To Top
Ristoranti

Carlo e Camilla in Segheria

Cenare in un ambiente caldo, inebriante e sexy con i piatti di Luca Pedata e i cocktail di Federico Volpe

“A cigarette that bares a lipstick’s traces…” Le note di Billie Holiday aleggiano nell’aria, mentre lo sguardo si perde cercando di mettere a fuoco i contorni di questo luogo insolito, fuori dal comune: Carlo e Camilla in Segheria. L’atmosfera è da subito calda, inebriante esexy. Una piccola porticina si apre su un cancello scorrevole di metallo su via Meda 24, ma conoscendo il quartiere niente lascia presagire l’incanto che si cela al suo interno.

Carlo e Camilla in Segheria

Un gioco di contrasti immediati. Il primo: lo spazio. In una Milano sempre più affollata, qui ci si perde, guardando i soffitti altissimi e cercando di capire le dislocazioni degli ambienti, così diverse dallo standard.

Carlo e Camilla in Segheria

Il secondo: il concetto. Due lunghi tavoli a “T” si intrecciano lungo la sala principale, invitando tutti i commensali ad accomodarsi l’uno a fianco all’altro, siano essi amici, compagni o semplici sconosciuti. Così attaccati alla privacy, d’impatto siamo quasi a disagio a sederci di fianco a chissà chi, sensazione subito rimpiazzata da un senso di protezione, da una disinvoltura che si prova in genere quando si esce con un gruppo di cui si conosce soltanto una persona. Quando puoi far finta di essere chi vuoi.

Carlo e Camilla in Segheria

Il terzo: l’ambiente. Una ex segheria post-industriale. Muri scrostati e travi a vista sono miscelati a un arredo minimal, curato nei minimi dettagli dall’art director Tanya Solci, compagna di Carlo Cracco in questa avventura. E così, su un tavolo spoglio, senza tovaglie, spicca un fuori produzione entusiasmante di porcellane, Richard Ginori ovviamente. Teiere numerate, piatti, posate e porta vivande di ogni tipo si distendono lungo tutta la lunghezza. Adesso capisco come deve essersi sentita Alice, nel suo paese delle meraviglie, in una casuale cena con il Cappellaio matto. Ricchi lampadari di cristallo e sedute di A.G. Fronzoni e Jasper Morrison completano la scena mescolando le carte dell’insolito.

Carlo e Camilla in Segheria

Poi c’è il bar, tempio sacro di Federico Volpe, che con le sue miscele rende uniche le sue creazioni “sfornando” cocktail da far invidia al più cool dei bar londinesi. Il quarto: l’esterno. Uno spazio arredato secondo canoni rustici che riproduce situazioni d’altri tempi, di altri luoghi, di vite diverse.

Carlo e Camilla in Segheria

Quinto, ma primo per importanza, nonché assoluto protagonista: il cibo. Sublime delizia. Ma su questo non avevamo dubbi. Luca Pedata, alla guida di una giovane squadra di cuochi entusiasti, crea meraviglie gustative che non vogliamo sminuire con improprie descrizioni. Ogni quarantacinque giorni potrete regalarvi un menù diverso e una scusa per tornare. Convinti? Noi assolutamente rapiti!

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Camera Con Vista

Via Santo Stefano, 14/2a 40125 Bologna

Incastonata all’interno della storica cornice di Palazzo Isolani, con affaccio su Piazza Santo Stefano, questa ricercata insegna trae l’ispirazione del suo nome dall’omonimo libro di Edward Morgan Forster e dalla pellicola di James Ivory. Un luogo dedicata ai piaceri del “buon cibo” e del “buon bere” che nel 2017 si trasforma in un bistrot e cocktail [...]

I Conoscenti

Via Manzoni, 6 40122 Bologna

All’interno dell’antico palazzo del ‘300, abitato un tempo dalla famiglia Conoscenti, nasce I Conoscenti: un locale sfaccettato dalle diverse anime, declinato in cocktail bar, ristorante - al piano terra - e perfino in un elegante locanda al piano superiore. Un ambiente sofisticato e accogliente, capace di sorprendere per la cura nei dettagli e un’offerta gastronomica raffinata, [...]

Sette Tavoli

Via Cartoleria, 15/2 40124 Bologna

Di fronte al Teatro Duse, al civico 15/2 di via Cartoleria, apre le porte alla città Sette Tavoli, un’insegna sospesa nel tempo, luogo d’incontro tra cultura e cucina. Come si evince dal nome, qui ci sono solo sette tavoli, ognuno dei quali ispirato a un artista, poeta o scrittore amante dei piaceri della tavola e soprattutto [...]

Miramonti l’Altro: la Fuga Culinaria al Confine con la Franciacorta

Via Crosette, 34 25062 Concesio

Situato in un quartiere residenziale di Concesio, piccolo comune in provincia di Brescia, il ristorante Miramonti l’Altro ha l’aspetto di un’elegante villa con giardino. Il verde fa da contrasto con il bianco delle pareti e cattura subito lo sguardo, riposandolo. Varcata la soglia, tutt’intorno è uno spettacolo di impeccabile ordine e armonia, come se la [...]

I Tuscani

Via Dante Alighieri, 18R 50121 Firenze

Una realtà imprenditoriale che ha inizio nel 2012 a San Frediano - Diladdarno come amano dire i fiorentini -, con il piccolo “Bistrot de I Tuscani” e già allora la parola d’ordine era “ciccia” e prodotti di qualità. Parola che è rimasta come vero e proprio manifesto dei ristornati I Tuscani, oggi presenti sia in Via Dante Alighieri [...]

Bombardati quotidianamente da informazioni di ogni tipo trasmesse da un numero sempre maggiore di strumenti di comunicazione, a volte cerchiamo una semplificazione, una fonte affidabile, una guida. Flawless Milano è nata da questa esigenza e racconta le migliori esperienze da vivere a Milano con stile, precisione e personalità.

Flawless® è una realtà nata nel 2014 dal sogno di tre professionisti della comunicazione, della moda e del mondo digitale. Ogni giorno la nostra redazione vive le bellezze della città e ve le riferisce, per darvi idee, spunti e indicazioni sempre nuovi.

Copyright © 2020 Flawless Living s.r.l. - Via Copernico 8 - 20125 Milano - PI 08675550969