To Top
Cocktail Bar

Drinc.Different

Il fratello più piccolo (in tutti i sensi) del drinc. di via Plinio: evoluzione dello speakeasy che celebra l’accoglienza e i cocktail fatti bene

Luca Marcellin fa il bis e ci dà un altro appuntamento. Nato sotto la costellazione della Mixology, è il nuovo locale firmato dall’abilità e dal genio dell’ormai noto barman professionista che sta contribuendo ad arricchire di valori, sapori e sensazioni l’esperienza meneghina del buon bere.

drinc different

Il primogenito drinc., a poche centinaia di metri di distanza, prometteva Cocktail & Conversation: ed effettivamente, tra provocanti sperimentazioni ed eccentriche rivisitazioni di Martini e Negroni, riesce quasi spontaneo parlare anche con i muri.

drinc different

Quello al civico 13 di via Francesco Hayez si presenta con una veste diversa: un bel po’ di metri quadri in meno, pochissimi coperti (18 in totale). E l’ennesimo menù da provare. Nonostante qualcosa sia cambiato, potete star tranquilli: le intenzioni di stupire e di far star bene la clientela sono rimaste invariate.

drinc different

Per dare forma al drinc.different è stato sacrificato il concetto di ordinarietà, poi sono stati dilatati e forse un po’ distorti i confini di secret bar, di speakeasy. Et voilà, ecco il risultato: un luogo (inevitabilmente) unico nel suo genere. Cocktail bar fuori, rivoluzione dentro.

drinc different

Varcata la soglia, si è avvolti da un’atmosfera intima ma internazionale che catapulta in giro per il mondo: dall’east side di Milano all’America del jazz, passando per il fascino misterioso di Londra. Cromia, dettagli e forme rigorosamente morbide del concept design esplorano la moda femminile di altri tempi, riportando indietro ai gloriosi anni ’20 e ’40 del Novecento, quando la Swing Fever faceva ballare tutti.

drinc different

Sono proprio i ritmi incalzanti e la sana “follia” del genere i pilastri su cui il locale fonda la sua filosofia. Specchio di queste caratteristiche è la drink list: un battaglione di proposte curiose, la cui complessità è messa in evidenza sia dagli accostamenti degli ingredienti, sia dallo studio accurato del naming, che fa scappare sempre un sorriso. Lady D, ad esempio, è eleganza e originalità data dall’incontro tra homemade Apple Jack alla mela e pepe giamaicano, con lime, miele di dattero e bianco d’uovo pastorizzato. Stand by me my friend è, invece, sorpresa e intensità: unisce la potenza del cognac e del whiskey al sapore armonico del triple sec Pierre Ferrand dry curacao, di un syrup al tè verde e del bitter al cioccolato.

drinc different

Insomma, non si parla di semplici cocktail, ma di racconti, stati d’animo e visioni di mondo concentrate in bicchiere. Essenze che si possono assaporare in posizione privilegiata seduti attorno al bancone, per una sorta di tête-à-tête con l’estro del mixologist, mentre le note di musiche  di sottofondo coinvolgenti risuonano nell’aria. Il trucco? Magari prenotare con un minimo d’anticipo. In cambio, siamo sicuri trascorrerete una serata difficile da dimenticare.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Milano Fashion Week: il Calendario degli Eventi Fisici e Digitali

In occasione della nuova edizione della Fashion Week, Milano ha rubato la scena internazionale. Capitale delle tendenze, la città lombarda -  dal 22 al 28 Settembre - ha in serbo per il suo pubblico di appassionati e curiosi una ricca programmazione di sfilate, presentazioni ed eventi nel formato phygital, in un intreccio di appuntamento fisici e digitali. Che preferiate [...]

Milano Fashion Week: Cosa Fare, Vedere e Visitare in Città

Milano, tra le capitali del fashion system internazionale, ha riacceso i motori: indossata la sua veste più glamour è pronta a ospitare dal 22 al 28 Settembre la nuova edizione della Fashion Week, alla scoperta delle tendenze che caratterizzeranno la prossima stagione. Un appuntamento che quest’anno si presenta in formato phygital, con un calendario intenso che vedrà sfilare 64 [...]

A Cena al Camparino tra Cocktail & Food Pairing

L’insegna iconica di Milano segue i ritmi della città con una proposta in perenne evoluzione, alla conquista del cuore (e del palato) dei suoi storici habituè e nuovi avventori. Se dal 1915 il Camparino in Galleria stuzzica papille e pupille con una Mixology Art d’autore da sorseggiare all’ombra della Madonnina per un aperitivo come la tradizione comanda [...]

Tutti i Ristoranti Stellati di Milano. Un Viaggio nell’Olimpo della Haute Cuisine

I ristoranti Michelin in città sono 18, tra cui un tristellato e tre bistellati. Un prodigio tutto meneghino. Autenticità come filo conduttore. Contemporaneità come ibridazione. Appartenenza come riconoscibilità. Milano è sempre più cosmopolita e la cucina dei grandi ristoranti stellati rende omaggio a ogni sfumatura della città. Nello specifico la Guida Michelin 2020 ha assegnato i suoi consueti astri della gastronomia [...]

Killer

Viale Umbria, 120 20135 Milano

Viale Umbria 120. Un tempo frequentato da Andy Warhol ed Elton John, il Plastic è stato più di un locale notturno, si è fatto spazio tra gossip e leggende entrando nella storia della “Milano da bere”. Oggi, il privè e i coloratissimi neon lasciano spazio a una nuova atmosfera pop-industriale ed è qui che nasce il Killer, ristorante e cocktail [...]

Bombardati quotidianamente da informazioni di ogni tipo trasmesse da un numero sempre maggiore di strumenti di comunicazione, a volte cerchiamo una semplificazione, una fonte affidabile, una guida. Flawless Milano è nata da questa esigenza e racconta le migliori esperienze da vivere a Milano con stile, precisione e personalità.

Flawless® è una realtà nata nel 2014 dal sogno di tre professionisti della comunicazione, della moda e del mondo digitale. Ogni giorno la nostra redazione vive le bellezze della città e ve le riferisce, per darvi idee, spunti e indicazioni sempre nuovi.

Copyright © 2020 Flawless Living s.r.l. - Via Copernico 8 - 20125 Milano - PI 08675550969