To Top
Etnici

Ghe Sem

I ravioloni preferiti di Kung Fu Panda conquistano anche i milanesi

“Dim Sum & Cocktails”, recita l’head line della pagina ufficiale Ghe Sem su Facebook. Un nuovo risto-bar con grazioso dehors a pochi passi da Cadorna, nella tranquilla e storica via residenziale di Vincenzo Monti. Di prossima apertura in quel di via Borsieri, nel rinomato e innovativo quartiere Isola.

Non si tratta semplicemente di uno slogan, Dim sum & cocktails è proprio ciò che succede al Ghe Sem: un luogo riservato e accogliente dove vengono cucinati al momento squisiti dim sum cotti al vapore e serviti nella classica vaporiera orientale, rielaborati nella tradizione mediterranea (anzi meneghina), abbinati a cocktail coloratissimi, molto attuali e belli da vedere… esageratamente buoni, tutti da provare!

Lanciato la primavera scorsa in società con uno dei re Mida milanesi più famosi della ristorazione, Gian Marco Senna (proprietario della catena di hamburger “Fatto bene”, a sua volta socio del “Bianca”, della “Pesa”, del “Suri”, nonché ex co-fondatore del “Jazz Cafè” e dello “Smooth” – con le mani in pasta un po’ ovunque, è il caso di dirlo!), è gestito in prima persona da Fabrizio Casolo, proprietario del celebre Bento Bar di Moscova, storico ritrovo sushi del Dandy milanese che la sa lunga, e poi fondatore del più milanese Brunello nel 2008.

ghe-sem-milano-ravioli-cocktail

Le recensioni del ristorante su internet sono altissime e premiano soprattutto il rapporto qualità-prezzo, finalmente accessibile. I dim sum consigliati sono sicuramente quelli di stagione, anche se, personalmente, ho assaggiato quelli di Fassona e cipolla rossa caramellata e all’ossobuco e zafferano nel mese di giungo e li ho trovati lo stesso irresistibili, tanto da dover irresponsabilmente bissare (nda sono intollerante al glutine e pur restando fiduciosamente in attesa della versione dim sum con la farina di riso anche al Ghe Sem, ogni tanto mi concedo qualche tregua… come in questo caso, ma senza alcun rimpianto!).

Sì-sì, ho detto ossobuco, Fassona, zafferano… i dim sum qui hanno tutti dei nomi familiari, non avete letto male, perché i ripieni dei ravioli tanto amati da “Po” sono proprio quelli della nostra tradizione, tranne per qualche vago sapore orientale, come nel caso del raviolo con il gambero al vapore, che si può naturalmente insaporire con la salsa di soia, proprio come vorrebbe la regola generale. I più gettonati? Asparagi e patate, capasanta e pomodoro, Nduja e mascarpone, manzo e tartufo nero, funghi e verdure. Ma si può scegliere anche tra i classici cinesi col ripieno di carne, il delizioso seppia e ikura o l’innovativo con pollo e curry, perché no?

Oltretutto, se avete anche voi problemi di intolleranze, potrete tranquillamente ordinare una freschissima tartare di salmone e passion fruit, cetriolo e sesamo nero, o un carpaccio di salmone in salsa Ponzu, o ancora una delicata misticanza con sedano e gamberi cotti alla piastra, oltre alle tipiche specialità orientali di accompagnamento, come gli edamame e le alghe wakame. Il cibo non manca!

ghe-sem-ravioli-vino

Il tutto, come dicevamo, accompagnato da vini di ottima cantina, birre artigianali oppure i cocktail – preparati dal bar tender Giovanni Parmeggiani – che non hanno nulla da invidiare ai locali serali. Solo che qui al Ghe Sem c’è meno “confusione” e si può godere di una sana e tranquilla chiacchierata in compagnia.

Last but not least i dolci: cheese cake alla maracuja, mousse al cioccolato con cuore di zenzero e menta, tortino frangipane con crema di lime, mandorle in petali e panna… Ma se non c’è tempo di sedersi a tavola fino al dessert, non c’è problema, Fabrizio vi consiglia anche un “drink-sum” al posto dell’aperitivo dopo ufficio, tanto per togliervi lo sfizio. E sarà in ogni modo ben lieto di prepararvi personalmente la cena take-away se deciderete di passare a prendere qualche bocconcino d’asporto, oppure ordinando a casa tramite Deliveroo e siti simili.

Perché cordialità, disponibilità e passione per il proprio lavoro sono le parole chiave del successo di questa piccola ma crescente realtà.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Sheraton Diana Majestic

Viale Piave 42, 20129 Milano

Oltre di un secolo di storia, profondamente intrecciata a quella della città, rende lo Sheraton Diana Majestic un punto di riferimento in una Milano che ha cambiato aspetto insieme a lui.  In viale Piave 42, all’angolo con Porta Venezia, questo hotel di lunga tradizione - progettato dall’architetto Achille Manfredini - si erge solido nella sua bellezza liberty, [...]

Crotto dei Platani

Via Regina 73, 22010 Brienno

È estate: colori, profumi e odori vi spingono ad andare sul lago per pranzo. E poi vi ritrovate a Brienno, al civico 73 di via Regina. Come un diamante, il ristorante Crotto dei Platani è letteralmente incastonato nella roccia, tra il Lago di Como e il Monte Gringo. Una veranda che promette riservatezza, con vista a dir poco mozzafiato. Poi un giardino, di fiori e platani e un terrazzino a dominare tutto [...]

BA

Via Raffaello Sanzio, 22 20149 Milano

Ba Asian Mood nasce nel 2011, in una Milano che proponeva ristoranti cinesi molto simili, spesso più orientati alla quantità che alla qualità e caratterizzati da una proposta culinaria appiattita in termini di ingredienti e abbinamenti. Il fondatore di BA, Marco Liu, decise di rompere questo schema, portando in tavola l’autentica cucina cinese ed educando i commensali agli ingredienti [...]

Shambala

Via Giuseppe Ripamonti, 337 20141 Milano

Il nome Shambala deriva dai lama tibetani e significa “Fonte della felicità “, e se non sempre il nome è già una certezza, non appena varcherete i grossi portoni in legno, vi renderete conto che in questo caso lo è. Gli spazi sono ampi e colorati, ci sono tre differenti sale con altrettante ambientazioni e [...]

I Migliori Ristoranti con Giardino di Milano

To read this article in English, click here. Nonostante il tempo pazzerello degli ultimi mesi l’estate sta finalmente arrivando in pianta stabile anche a Milano ed è tutto bellissimo… fino a che la natura ovviamente non rende il calore insopportabile. Prima ancora che ve ne rendiate conto, vi ritroverete a fare avanti e indietro per [...]