To Top
Lifestyle

Leo Sculli, Proprietario del Nik’s & Co. di Milano

Who’s who: intervista alla scoperta dei segreti e delle ispirazioni di Nik’s & Co. a Milano

Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Leo Sculli, proprietario del cocktail bar con cucina Nik’s & Co., a pochi passi dalla Stazione Centrale di Milano. Un indirizzo dall’atmosfera senza tempo che racconta la storia di un giovane ragazzo che, spinto dal desiderio della scoperta, lascia la sua Londra degli Anni 20 – 30 e parte in direzione dell’America con una valigia e un profondo desiderio di conoscere e apprendere l’arte della miscelazione. Un  locale dalla drink list e dal menu in continua evoluzione che asseconda il lungo viaggio di Nik e le sue suggestioni, in un intreccio di profumi, sapori e colori, tutti da scoprire.

Ecco cosa ci ha raccontato Leo Sculli, lasciandosi guidare dalle emozioni e dalle suggestioni che lo hanno portato a realizzare il “sogno di una vita”.

NIK’S & CO. LE MOTIVAZIONI CHE TI HANNO SPINTO A CREARE QUESTO PROGETTO DI MIXOLOGY A MILANO.

Sono sempre stato un appassionato del mondo dell’hospitality. Mi piace condividere momenti in compagnia di nuove persone, ascoltare storie, conoscere pensieri altrui e offrire un’esperienza ad ognuna di loro. L’esperienza che vivi in un locale è tutto; ho ricoperto per anni la mansione di direttore artistico e dj, mentre studiavo ingegneria. Dopo aver brevettato un sistema elettronico con uno dei miei soci – Carlo -, abbiamo deciso di differenziare il business, portando avanti ciò che ci attirava di più, seguendo la nostra passioneun cocktail bar. Abbiamo scelto Milano perché è la città più all’avanguardia con uno sguardo rivolto all’internazionalizzazione; La mixology, nel capoluogo lombardo, sta vivendo un periodo di grande crescita, sempre più persone sono spinte a ricercare il “buon bere” e si informano sempre di più. Il Nik’s & Co. vuole offrire proprio questo: un’esperienza capace di rimanere impressa nella mente, da vivere non appena varcata la soglia del locale, musica Jazz & Swing, ottimi cocktail accompagnati da una buona cucina. Un salotto, insomma, dove trascorrere dei bei momenti in dolce compagnia, con gli amici, ma anche in solitaria al bancone, poichè al Nik’s non ci si sente mai soli.

CHI È NIK? RACCONTACI DI PIÙ, SIAMO CURIOSI.

Nik è il personaggio che ci accompagna nei suoi viaggi intorno al mondo, la nostra mascotte. L’idea è nata a Londra, quando con Selvi e Jack – rispettivamente Bartender e Direttore – viaggiavamo alla scoperta dei World’s 50 Best Bars, nel 2019. Volevamo che ogni Signature cocktail avesse una storia vera da raccontare; da questo desiderio è scaturito il viaggio di Nik che incontra intorno al mondo personaggi realmente esistiti e riporta avvenimenti che hanno segnato la storia. Le cocktail list del Niks sono, infatti, dei volumi di un libro che al termine del “viaggio” si trasformerà in un’autentica raccolta di cocktail & storia. Non abbiamo ancora svelato l’identità di Nik; prima o poi succederà, è una promessa.

QUALI SAPORI RAPPRESENTANO LA TUA IDEA DI MIXOLOGY? RACCONTACI LA DRINK LIST CHE TROVEREMO AL NIK’S & CO.

Stiamo lavorando al Volume 3: il viaggio di Nik, alla scoperta dell’Italia negli Anni 50. Abbiamo voluto incentrare la nostra ricerca sui sapori tipici di alcune regioni della nostra amata terra, il Paese a maggior biodiversità al mondo; contiamo più di settemila specie di vegetali edibili e qualsiasi regione d’Italia ha più specie di un qualsiasi stato d’Europa. Volevamo rendere omaggio a questo oltre a personaggi dell’Epoca che hanno lasciato il segno, come Ferrari, Montessori, Fontana e Ferrero. La nuova drink list sarà un connubio di sapori, profumi e storia, da leggerebere degustare; anche la cucina, infatti, sarà incentrata sugli ingredienti scelti per i drink. Ogni cocktail vanterà anche una preparazione dalla cucina ed ogni piatto sarà creato secondo il concept di food pairing.

QUALI PROFUMI DESCRIVONO LA TUA PERSONALITÀ DIETRO AL BANCONE DEL BAR?

Devo affermare che amo sperimentare e provare qualsiasi miscelazione perché sono molto curioso. Generalmente bevo birra, ma sono un fan del Negroni da sorseggiare per l’aperitivo o anche durante la cena, per poi concludere con Whisky o Mezcal.

QUALI SUONI (O RUMORI) RACCONTANO TUA STORIA E LA TUA “FORMAZIONE ALCOLICA”? QUALCHE ANEDDOTO PER FARCI CAPIRE IL TUO PASSATO.

Uno dei motivi per cui ci siamo immersi nel mondo della mixologist è stata l’esperienza vissuta una sera in un cocktail bar. Mentre io e Carlo stavamo bevendo un cocktail, ho chiesto al bartender di raccontarci una storia, magari proprio quella del drink; ricordo ancora le parole sul Sazerac e come quel racconto ci avesse assopiti ed entusiasmati. Mi girai verso Carlo e gli dissi: “dobbiamo aprire un cocktail bar dove raccontare storie affascinanti”; dopo 2 anni abbiamo aperto il NIK’s & Co.

UN DRINK DELLA DRINK LIST PER UNO SCATTO FOTOGRAFICO MEMORABILE. SECONDO TE CHE COSA DOVREBBE CHIEDERE UN INFLUENCER AL NIK’S & CO.? RACCONTACI IL DRINK.

Un drink deve richiedere l’interazione con il cliente, deve lasciare a primo impatto il tanto desiderato “effetto WOW”. Ecco perché al Nik’s si possono sorseggiare dei cocktail racchiusi all’interno di una Matrioska, ad esempio.

IL DRINK PIÙ PARTICOLARE O IL DRINK DI CUI VAI PIÙ FIERO. COSA DOBBIAMO ASSOLUTAMENTE PROVARE PER CAPIRE LEO? E PER CAPIRE NIK?

Un drink, o meglio una selezione di drink di cui vado fiero, è la nostra Lista dei Negroni; ne rivisitiamo sette con ingredienti provenienti da tutta italia. Da Nik’s si trovano il Calabrese, il Polentone, il Moro; un classico Italiano con prodotti Italiani, un must eccezionale.

IL TEAM DI NIK’S & CO. QUANTO SONO IMPORTANTI I TUOI PARTNER PER LA RIUSCITA DEL TUO LAVORO? RACCONTACI QUALCOSA SUL VOSTRO GRUPPO DI AMICI.

Credo che il mondo dell’hospitality sia incentrato fortemente sulle persone; è fondamentale, quindi, circondarsi di ragazzi capaci di farti sentire a casa, di ricordarsi i tuoi gusti e di farti dimenticare i problemi, facendoti sentire così nel “tuo” posto, dove sarai accompagnato per tutto il tempo. Noi, ormai, siamo diventati una famiglia; ci sono ragazzi che lavorano con noi dall’apertura e che hanno anche raggiunto delle stock option dell’azienda, poiché la nostra gestione è prettamente aziendalista.

RACCONTACI QUALCOSA DI LEO CHE NON TUTTI CONOSCONO.

Leo è un curiosone, si informa su tutto e non sta mai fermo; è iperattivo, mille ne pensa e cento ne fa. Ha studiato Ingegneria Elettronica e Ingegneria Gestionale, suona il pianoforte da quando, all’età di tre anni, ha visto questo strumento per la prima volta. Ha fatto il dj per più di 16 anni ed è stato anche direttore artistico e gestore di locali. Adora sciare e segue assiduamente i mercati finanziari per nuove opportunità di business e, ovviamente, ama il contatto con le persone e organizzare con loro eventi e viaggi. Insomma, è “l’anima della festa”.

PROSSIMI PROGETTI? PUOI SVELARCI QUALCOSA IN PARTICOLARE A CUI STAI LAVORANDO?

Il Nik’s diventerà una catena di cocktail bar bistrot, stiamo lavorando a delle nuove aperture in Europa. A brevissimo arriverà anche una bella sorpresa a Milano…ma è un segreto.