To Top
Lifestyle

Halloween e Día de Muertos: Storia, Miti e Curiosità di Due Festività Spesso Confuse

Un viaggio tra teschi ballerini e creature mostruose, dalle terre anglosassoni al Messico

Ormai famosa in tutto il mondo, la notte più spaventosa dell’anno è ormai arrivata: il 31 Ottobre, infatti, streghe, fantasmi e creature sinistre si aggireranno per le nostre città, all’insegna di un Halloween “da brivido”. Una festa mostruosa che affonda le sue origini nelle antiche e misteriose tradizioni celtiche ed anglosassoni, poi diffuse in tutto il mondo. Un concentrato di zucche, palette tenebrose e gatti neri che il 2 Novembre si trasformeranno in scheletri ballerini, in occasione del Díà de Muertos, giornata dedicata alla celebrazione della vita, tra le variopinte strade del Messico, culturalmente ancora poco conosciuta in Italia. Da appuntamenti locali a feste “da brivido” internazionali: quale segreto si cela dietro a queste curiose e inquietanti maschere?

Halloween e Dia de Muertos Storia Miti e Curiosita di Due Festivita Spesso Confuse

Halloween ha una storia antica che vede coincidere la sua origine con la festa celtica di Samhain – “festa dell’estate” – che, secondo il calendario popolare, simboleggiava l’inizio del nuovo anno. Una data significativa per la tradizione anglosassone, tanto che nell’ 840 d.C. la Chiesa Cattolica istituì la festa di Ognissanti il 1 Novembre, per creare continuità con il passato dei lontani avi; con l’avvento del Protestantesimo la celebrazione religiosa di Ognissanti venne però interrotta, trasformandosi in un evento laico che, nell’Ottocento, con le prime migrazioni del popolo irlandese oltreoceano, si diffuse rapidamente negli Stati Uniti. Un’associazione simbolica con creature inquietanti e storie mostruose che si riscontra nel termine stesso “halloween”: dallo scozzese “notte di tutti gli spiriti sacri”, trasformato dalla cultura popolare in “notte dei morti viventi”. Ma secondo una inquietante leggenda, ad aver decretato l’appellativo di questa festa è stato Jack O’Lantern, fabbro irlandese avaro e col vizio dell’alcool condannato in seguito a un patto con il diavolo a vagare per il mondo – proprio nella notte del 31 Ottobre -, in compagnia solo della luce contenuta all’interno di una zucca “scavata” – dall’inglese “to hollow”, da qui “halloween” -.

Halloween e Dia de Muertos Storia Miti e Curiosita di Due Festivita Spesso Confuse

Dalle terre anglosassoni all’assolato Messico, dove il 2 Novembre è dedicato al Díà de Muertos, una celebrazione della vita. Un appuntamento che si allontana dall’atmosfera sinistra di Halloween, in un tripudio di energia, balli, canti e parate per esorcizzare il famoso memento mori, nel segno dello spirito creativo mexicano. Una tradizione singolare, ancora poco nota a livello culturale nella nostra Penisola, nata dal culto dei morti preispanico che, nel Sedicesimo secolo con l’arrivo degli Spagnoli in America, intrecciò tradizioni europee e precolombiane facendo coincidere Ognissanti con le celebrazioni locali; una visione vibrante e gioiosa della Morte, considerata una vera e propria continuazione della vita nell’aldilà. Secondo le credenze popolari, in questo giorno è possibile ricongiungersi con i propri defunti, tra danze e banchetti e molti sono i preparativi da seguire scrupolosamente per un incontro speciale: dalle tombe adornate con candele, fiori e leccornie, all’allestimento dell’altare casalingo – la cosiddetta ofrenda, in omaggio alle persone care -, dove posizionare doni, vestiti, fiori e sale, fondamentale per permettere al defunto il passaggio nell’aldilà; in occasione del Díà de Muertos, inoltre, vengono preparati i papel picados, decorazioni in carta velina colorata e ritagliata, secondo un’antica arte popolare. Immancabili i famosi calaveras di zucchero di canna realizzati con un unico panetto dolce e arricchiti da coloranti – simbolicamente donati ai defunti, oggi regalati anche ai bambini sotto forma di dolcetto – o i teschi che sfilano per le strade messicane. Curiosità: questi ultimi sono la vibrante personificazione della Morte, rappresentata in forma caricaturale variopinta dall’artista José Guadalupe Posada, simbolo pop di una cultura dall’animo creativo e dallo spirito rivoluzionario.

Halloween e Dia de Muertos

Photo Credit © cocinavital.mx

Un incontro fra passato e presente, creatività e credenze popolari che durante il Díà de Muertos prenderà vita in una meravigliosa esperienza virtuale grazie a Espolòn Tequila, distillato ricavato dal nettare dell’agave azul, ritenuta dal popolo messicano una pianta mistica e dal potere magico. Un appassionante racconto culturale che chiamerà influencer e creativi a partecipare alla challenge #CULTURAVIVA, un invito ad arricchire e completare, secondo la propria Anima Creativa ispirata dai grandi maestri del passato, un altare messicano della tradizione producendo una vera e propria opera; ad ispirarli e ad aiutarli nel comprendere a fondo la ritualità e le usanze di questa ricorrenza speciale tramandata nei secoli, la landing page di Vision x Espolòn Tequila si trasformerà, per l’occasione, in un vero e proprio manuale della Cultura viva, dove verranno inseriti, in compagnia di calaveras animati, i termini specifici e l’autentica storia del Díà de Muertos.

Halloween e Dia de Muertos Storia Miti e Curiosita di Due Festivita Spesso Confuse

Un vero e proprio Festival di Cultura digitale a cui darsi appuntamento virtualmente, da vivere e scoprire attraverso i profili social dei creativi designati per la challenge di Espolòn Tequila, fra cui tattoo artist, bartender e artisti musicali. Percorrete il ponte della creatività che unisce il Messico all’Italia in un susseguirsi di ispirazioni e visioni: un omaggio o meglio, un ofrenda, al passato che testimonia l’immortalità della cultura – tra credenze e tradizioni – e la sua costante importanza nel presente (mondo dei vivi).

Halloween e Dia de Muertos Storia Miti e Curiosita di Due Festivita Spesso Confuse

Un excursus culturale tra leggende, storie e credenze popolari che dal 31 Ottobre al 2 Novembre non vi lascerà più scampo; fantasia e creatività, unite a un pizzico di oscurità e mistero, saranno gli ingredienti fondamentali per vivere, secondo l’autentico stile anglosassone e messicano, queste tanto attese feste. Halloween e il Díà de Muertos non avranno più segreti.

Bombardati quotidianamente da informazioni di ogni tipo trasmesse da un numero sempre maggiore di strumenti di comunicazione, a volte cerchiamo una semplificazione, una fonte affidabile, una guida. Flawless Milano è nata da questa esigenza e racconta le migliori esperienze da vivere a Milano con stile, precisione e personalità.

Flawless® è una realtà nata nel 2014 dal sogno di tre professionisti della comunicazione, della moda e del mondo digitale. Ogni giorno la nostra redazione vive le bellezze della città e ve le riferisce, per darvi idee, spunti e indicazioni sempre nuovi.

Copyright © 2020 Flawless Living s.r.l. - Via Copernico 8 - 20125 Milano - PI 08675550969