To Top
Gioiellerie

Villa Milano

Un luogo magico nel quale è possibile ammirare gioielli unici nel loro genere, gemme di rara bellezza e iconici gemelli di straordinaria fattura

Nella lussuosa via Manzoni a Milano spiccano due vetrine, finestre di un piccolo scrigno prezioso che cela gioie inaspettate: la gioielleria Villa, un luogo magico dove “sogni colorati parlano il linguaggio delle pietre” e nel quale è possibile ammirare gioielli unici nel loro genere, gemme di rara bellezza e, soprattutto, iconici gemelli di straordinaria fattura.

All’interno mi accoglie Francesca Villa, pronta ad accompagnarmi in un viaggio alla scoperta di tradizione e meraviglia: splendida ragazza dalla grazia squisita, esempio di quella milanesità animata da genuina passione per il proprio lavoro, Francesca rappresenta la quinta generazione di gioiellieri Villa. La sua è un’attività che affonda le radici nel lontano 1876, anno di nascita dello storico atelier di gioielli a opera del trisnonno Benvenuto. Oggi Francesca segue con affettuoso orgoglio le orme del padre Marco e, al fianco dello zio Filippo, porta avanti con entusiasmo e determinazione l’azienda di famiglia.

Caleidoscopio di colori sfavillanti, la gioielleria si sviluppa su una pianta circolare di ispirazione gaudiana: una delicata conchiglia che si avvolge su una struttura a spirale, per un unico ambiente dove due antiche porte cinesi in legno intagliato, superbamente decorate con dettagli in giada, lapis, corallo e avorio, costituiscono l’elemento distintivo, fungendo all’occorrenza da divisorio per separare la sala in due salottini simmetrici. Il candore degli ambienti, illuminati da due grandi lampadari di cristallo, si contrappone al grigio della moquette e alla tonalità massiccia dei mobili in legno antico, per un’atmosfera elegante e raccolta. Il gioco di luci e di specchi dona risalto alle numerose teche di vetro e al loro prezioso contenuto: i gioielli, declinati nelle più svariate espressioni attraverso lavorazioni artigianali dal design senza tempo, in un tripudio di pietre e metalli preziosi.

Tra questi, spiccano i gemelli da polso, creazioni per le quali la gioielleria Villa è nota a livello internazionale: a partire dagli Anni ’90, grazie a una felice intuizione di Marco e Filippo Villa, i polsini da uomo si sono trasformati in autentiche opere d’arte, icone irrinunciabili del guardaroba del gentleman contemporaneo. Ce n’è davvero per tutti i gusti: ecco i gemelli a forma di pianoforte in onice, creati per Adrien Brody l’anno in cui vinse l’Oscar, e ancora quelli a forma di tamburo di batteria realizzati per Phil Collins. Un’intera serie dedicata al mondo degli animali: cani, gatti, elefanti, cavalli, persino una deliziosa coccinella posata su una delicata fogliolina di giada. E poi teschi, per avventurosi pirati urbani, una Leica per gli appassionati fotografi, una tavolozza da pittore per chi ha l’animo d’artista e molti altri ancora.

La mia attenzione viene catturata dalle altre teche, trasparente dimora di oggetti che incantano al primo sguardo. Ascolto rapita la storia di ogni creazione: collane da regina, orecchini dalla forma affusolata, anelli scintillanti, tutti handmade e, ognuno, una gioia per gli occhi e per il cuore. Mi mostrano una collana di diamanti assolutamente straordinaria, dalla forma che ricorda quella di un fiocco di neve: si chiama “Spray”, ed è costruita con un movimento detto tremblant, per un’esplosione di pietre la cui luce è in continuo movimento. Mi spiegano che ogni gioiello è un pezzo unico (salvo poche eccezioni) e che tutta la produzione avviene internamente a opera degli abili artigiani del laboratorio, che Francesca mi propone di visitare in esclusiva per Flawless Milano. È raro che una Maison di gioielli produca internamente le proprie creazioni e qui ogni artigiano ha una specializzazione precisa, per assicurare la perfezione del risultato finale.

La visita è terminata. Come in balìa di un incantesimo, sognando a occhi aperti, fantastico su magici gioielli le cui pietre racchiudono storie e poteri eccezionali. E, per un istante, mi trasformo nella protagonista di una fiaba contemporanea in una Milano incantata.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Codognato

San Marco, 1295 30124 Venezia

Attilio Codognato – classe 1938 – è un nome emblematico nel panorama della gioielleria italiana grazie ad un singolo store nel centro di Venezia che ancora oggi, dopo più di 150 anni dalla sua apertura, rimane un punto di riferimento dell’oreficeria di lusso. Situato a pochi passi da piazza San Marco, al civico 1295, la [...]

Martinica

Via Antonio Bertola, 29/A 10122 Torino

Entrando in certi luoghi si può immediatamente cogliere l’anima di una persona, la personalità della mente creativa che vi sta dietro. È il caso di Martinica, boutique innovativa e di classe nel centro di Torino che prende il nome dalla sua frizzante e raffinata proprietaria, Martina, la quale ha saputo imprimere nel proprio negozio tutta [...]

Dodidì Vintage

Via Andrea Costa, 119/C 40134 Bologna

Le mode, si sa, “fanno giri immensi e poi ritornano”, per usare le parole di Venditti. Questo non significa riacquistare un look in voga ogni volta che un modello di scarpe o un taglio di pantaloni riguadagna tendenza. Fortunatamente, a Bologna il paradiso del second-hand è Dodidì Vintage, al civico 119/C di via Andrea Costa, [...]

Freak Andò

Via delle Moline, 14/c 40126 Bologna

Maurizio Marzadori è il nome da tenere a mente nel panorama dell’antiquariato bolognese. Insegnante e collezionista d’arte, nel 1987 fonda Freak Andò, un’insegna dove coniuga la sua passione per l’arte e il design, proponendo pezzi unici sia italiani che internazionali. Due sono le insegne Freak Andò presenti a Bologna: la Galleria al civico 14/c di [...]

Sartoria Vanni

via dei Fossi 51/r 50123 Firenze

Firenze è una delle capitali mondiali della sartoria italiana, in particolare per quanto riguarda la moda uomo. Un’insegna particolarmente apprezzata anche a livello internazionale è quella di Sartoria Vanni, attiva sul suolo fiorentino dal 1818, quando nacque come piccolo laboratorio all’interno del centro storico. Situata in via dei Fossi 51/r, negli anni l’insegna si è [...]