To Top
Eventi passati

#ICC15 – Gran Finale

É giunto il momento del gran finale: Italia e Thailandia vs Italia e Corea del Sud. Chi sarà il vincitore?

Dopo sette incontri unici, è giunta al termine la meravigliosa iniziativa di International Chef Cup 2015 – #ICC15 – e di conseguenza è giunto il momento del gran finale: Italia e Thailandia vs Italia e Corea del Sud.

Si sono aggiudicati questa occasione ambitissima Isa Mazzocchi (La Palta, Borgonovo Val Tidone) e Prin Polsuk (Nahm, Bangkok, Thailandia), che il 15 ottobre presso La Terrazza di via Palestro, sfideranno Luca Marchini (L’Erba del Re, Modena) e Gina Park (Papavero, Dae Gu e Seoul, Corea del Sud).

Durante il semestre di Expo, sette coppie formate ciascuna da uno chef stellato italiano e da uno chef internazionale hanno creato sette ricette uniche, risultato di una contaminazione tra le identità gastronomiche dei paesi di provenienza dei due chef e ispirate al tema centrale dell’esposizione universale. Tra le ricette in gara, la giuria ha premiato il matrimonio tra i sapori decisi della tradizione emiliana e le influenze orientali, celebrato attraverso due piatti originali: Il “Sorriso di ravioli tra Oriente e Occidente” (ravioli di farina di riso nera con erbette di campo e cipolle serviti su una zuppa a base di cocco e spezie) firmato da Isa Mazzocchi e Prin Polsuk e il “Modena-Seoul, andata e ritorno” (tortelli emiliani rivisitati con un ripieno a base di manzo, spaghetti di soia, tofu e kimchi tritato) di Luca Marchini e Gina Park.

La finale si giocherà quindi sulle corrispondenze culinarie tra l’Italia e il Sudest asiatico, lungo i fili che uniscono, nel gusto, Piacenza e Bangkok, Modena e Seoul, con due coppie di chef che hanno saputo rivisitare un grande classico della nostra cucina – la pasta ripiena – utilizzando ingredienti e tecniche propri della tradizione thailandese e coreana. Ognuna delle due coppie finaliste preparerà il suo piatto durante un coinvolgente show cooking, al termine del quale verranno proclamati i vincitori.

L’accesso all’evento è libero, coerentemente con lo spirito della manifestazione e nel corso della serata verrà servita, a passaggio, una selezione di finger food di ispirazione thailandese e coreana e assaggi di prodotti tipici italiani preparati dalla brigata di cucina, capitanata dallo Chef Siro, a partire da ingredienti di qualità come la Fassona piemontese della storica Macelleria Oberto. Oltre ai cocktail realizzati ad arte dai bartender, ad accompagnare le sfizioserie, calici di un vino bianco e rosso “Le sabbie dell’Etna DOC” o del Metodo Classico “Gaudensius”, proposti da Firriato per sublimare un terroir di pregio e d’eccezione come quello dell’Etna.