To Top
Drink

Donkey speak of Kong

Un bar speakeasy, nel cuore di Bologna, in cui riscoprire i grandi classici del buon bere

Un nome, Donkey speak of Kong, dal fascino misterioso e intrigante. Una città, Bologna, piena di carica giovanile e dalla grande tradizione in fatto di locali. Un mix scoppiettante che insieme ha dato vita a uno dei migliori bar speakeasy della zona.
Ma cosa sono i ‘bar speakeasy’? La loro storia affonda le radici negli anni Venti, in quegli Stati Uniti fortemente condizionati dal proibizionismo: una serie di misure restrittive che vietarono la fabbricazione, la vendita e il consumo di alcol. Per aggirare la norma, l’ingresso nei locali, rigorosamente illegali, avveniva soltanto tramite una parola d’ordine e, una volta dentro, si poteva bere senza problemi: erano, per l’appunto, i bar speakeasy.

Donkey speak of Kong[email protected]

A Bologna niente proibizionismo – al massimo qualche ordinanza anti-movida – eppure, dopo aver varcato la porta del Donkey speak of Kong, vi sembrerà di essere tornati a quegli anni, fra musica swing e luci soffuse. D’altronde, il “concept” Kong è un marchio itinerante di eventi di grande successo che, passando di città in città, si è infine stabilito a Bologna, nel Vicolo Broglio, crocevia che unisce la “Bologna dei bolognesi” alla zona universitaria.
Fuori dal locale, un enorme portone medievale protegge gli interni dagli occhi indiscreti dei passanti, rafforzando il concetto di “speakeasy”. Particolare è anche il modo in cui si varca la soglia del Donkey: per entrare serve essere in possesso della Donkey membership card e della parola segreta temporanea (che viene fornita anticipatamente dallo staff del locale). Tutto molto “proibizionistico”.

L’anima del locale è ben rappresentata dal sottofondo musicale vintage e dalle luci soffuse. Anche gli arredamenti concorrono a formare uno stile da “speakeasy rivisitato”, che si stacca dall’immaginario collettivo del locale proibizionista, ma che, mantenendone i principi di riservatezza, si proietta verso la modernità. Stampe esotiche alle pareti, stupendi tessuti a rivestire le sedute, sagome di matrone africane: un mix esplosivo, una vera ventata d’aria fresca per questo genere di locale.

Donkey Speak of Kong[email protected]

Ogni ambiente ha una sua identità ben precisa. A partire dalla Cigar room, una sala – unica nel panorama bolognese – in cui fumare sigari provenienti da ogni angolo del mondo, dai toscani ai cubani, abbinando la bevuta che meglio si adatta al tabacco scelto. Ma la vera sorpresa del Donkey è la Cripto lab, uno spazio che, durante il giorno, è usato dai barman per sperimentare nuove creazioni e che, la sera, si trasforma in una sala privé. Una sala intima, con pochi posti a sedere, in cui non solo godersi un drink, ma conoscere da vicino il “dietro le quinte” del mondo della miscelazione.

Al bancone del bar, la filosofia del Donkey è “tanto arrosto e poco fumo”. La drink list va dritto al punto e presenta i drink che hanno fatto la storia della mixology, rivisitati in chiave moderna. Cocktail sobri, senza guarnish e con pochi ingredienti, ma con una grande attenzione alla stagionalità dei prodotti, che si riflette in una drink list aggiornata mese per mese. Qualche proposta che vi faccia subito venire una pazza voglia di bere? “I soliti ignoti”, con Wild Turkey Rye, acqua di cedro, pompelmo rosa, basilico e spuma di yuzu e carbone. O magari “Il Margarita di Tommaso”, a base di Patron Tequila alla salvia, mela acidificata, sciroppo di agave ed essenza di bergamotto. E poi come non lasciarsi conquistare dal “Vecchio stile”, a base di whiskey infuso con gli scarti della fava tonka, estratto di mentuccia lavorato a sciroppo e un mix di bitter.

Donkey Speak of Kong[email protected]

Tutto questo bere, poi, vi metterà sicuramente fame. Niente paura perché il Donkey dispone anche di una cucina. Il menù è, come per i drink, snello e incentrato principalmente sulle tapas. Nonostante questo, sono presenti anche proposte più “sostanziose”, come ostriche, calamari in salsa, gamberi rossi “cotti” nel lime, foie gras e Jamon iberico. Vi abbiamo convinto? La location del Donkey la conoscete. Tutto il resto è un mondo da scoprire.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di bologna e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Daniele Giovani Milano

Corso Genova, 13 20123 Milano

Non solo una boutique multibrand del lusso, ma un autentico laboratorio creativo del Made in Italy. Daniele Giovani Milano è un salotto della moda che conquista i suoi clienti con una selezione di accessori all’insegna dell’artigianalità del prodotto, includendo marchi storici e brand emergenti, e portando l’innovazione nel concetto storico di boutique grazie a un [...]

Il Mosto Selvatico

Via Cesare da Sesto, 13 20123 Milano

Al civico 13 di Via Cesare da Sesto, non lontano dai Navigli, Il Mosto Selvatico è una garanzia per gustare ottime specialità di mare a Milano. Questo ristorante, nato come trattoria negli anni ‘60, offre atmosfere romantiche e sapori ricercati in un luogo in cui la cura dell’ospite si unisce all’amore per la cucina del [...]

Loste Café

Via Francesco Guicciardini, 3 20129 Milano

Loste: dalla fusione delle iniziali dei fondatori, Lorenzo e Stefano. Una collaborazione nata nel pluristellato Noma di Copenaghen, uno dei ristoranti più d’avanguardia al mondo, dove Stefano è stato per molti anni capo pasticciere, Lorenzo sommelier. Hanno poi deciso di rientrare in patria e dare voce al loro racconto di caffè e dolci dall’ispirazione completamente [...]

Le Colombe di Pasqua Artigianali da Acquistare a Bologna

Regine di ogni tavola pasquale che si rispetti, le colombe artigianali deliziano cuore e palato di grandi e piccini. Con la sua naturale fragranza, il sapore inconfondibile di questi lievitati mette d’accordo i palati più golosi, pronti ad assaporare questa specialità nelle sue innumerevoli varianti. Durante le festività, a Bologna sono numerose le pasticcerie e [...]

Le Uova di Pasqua Artigianali da Acquistare a Bologna

Qual è la prima cosa che vi viene in mente pensando alla Pasqua? Per i più golosi, senza il minimo dubbio, le uova di cioccolato. Che siano fondenti, a fazzoletto o ispirate ai cartoni animati, queste delizie pasticcere portano allegria nelle case e creano suspence sulla sorpresa al loro interno. Anche a Bologna impazza la [...]