To Top
Gioiellerie

Intini e Cellerini

Gioielli dall’anima rock

Cosa succede quando i rampolli di due dinastie di gioiellieri mettono insieme le proprie forze? Nasce un negozio come Intini e Cellerini, frutto dell’unione degli orafi Gianni Intini e Nicolò Cellerini, che produce stupendi gioielli personalizzati che si trovano sempre nel punto d’incontro fra estetica personale e le esigenze del cliente. Quale estetica personale? Quella legata al mondo del rock, con tutti i suoi simboli e le sue attitudini.

Una vocazione, quella che spinge il team di questa gioielleria alternativa verso il mondo del rock, manifestata anche dai quadri dei più famosi cantanti appesi al muro, dalla musica che fuoriesce dalle casse e dalle pareti scure che creano una sorta di penombra artificiale, in cui i gioielli in argento puro, esposti nelle proprie bacheche, brillano ancora di più. Il negozio è piccolo come ci si aspetta che siano piccole tutte le botteghe artigiane, a due passi dal Duomo, proprio in mezzo al suggestivo intrico di vie del Centro Storico.

Perchè i gioielli di Intini e Cellerini sono così belli? Be’, oltre alla loro stupenda edginess che li rende oggetti perfetti per ridare grinta al vostro look, tutti quanti i gioielli sono lavorati internamente, senza passaggi di mano, il che ne garantisce qualità e purezza oltre che prezzi per nulla gonfiati. Quali sono i pezzi forti? Tutti i gioielli che riportano il simbolo dell’ex-voto, il cuore in fiamme; il barbazzale, bracciale a forma di catena; e la doppia fede chiamata “Tarallo” che decora il dito di Alessandro Borghese, che comprò l’anello nel negozio di Alberobello di Gianni Intini, giù in Puglia.

Ma grazie alla presenza di un laboratorio artigianale, la produzione di questa gioielleria si estende molto più in là dell’insieme di creazioni originali. Potrete infatti farvi costruire un gioiello su misura, creato in base alle vostre specifiche. L’unico limite è la vostra fantasia, data l’assoluta bravura dei maestri orafi al lavoro nel laboratorio.

Fra bracciali, collane, gemelli ci sarà l’imbarazzo della scelta, ma vi consigliamo di dare un’occhiata all’anello realizzato in collaborazione con Glam Jewels, l’”Anello di Venere” che rappresenta due mani che reggono un cuore coronato. È un gioiello pensato per gli innamorati, ispirato a un’antica leggenda la cui morale è che l’amore è precario e bisogna sigillarlo con un simbolo.

Se state cercando quel gioiello speciale, quell’oggetto dotato di una personalità unica, dall’ineccepibile qualità e, soprattutto, creato su misura per voi, obbedendo a ogni vostra indicazione, Intini e Cellerini è la chicca nascosta che svolterà il vostro shopping.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di firenze e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Codognato

San Marco, 1295 30124 Venezia

Attilio Codognato – classe 1938 – è un nome emblematico nel panorama della gioielleria italiana grazie ad un singolo store nel centro di Venezia che ancora oggi, dopo più di 150 anni dalla sua apertura, rimane un punto di riferimento dell’oreficeria di lusso. Situato a pochi passi da piazza San Marco, al civico 1295, la [...]

Enoteca Pinchiorri

Via Ghibellina, 87 50122 Firenze

Incastonato nell’incantevole centro storico di Firenze, a pochi passi da Piazza della Signoria, l’Enoteca Pinchiorri, premiato col massimo delle stelle Michelin, è nella top 10 dei ristoranti più prestigiosi d’Italia e vanta riconoscimenti internazionali che lo rendono noto in tutta Europa. All’interno del palazzo Jacometti-Ciofi in via Ghibellina 87, questa insegna di proprietà dell’emiliano Giorgio Pinchiorri e [...]

Martinica

Via Antonio Bertola, 29/A 10122 Torino

Entrando in certi luoghi si può immediatamente cogliere l’anima di una persona, la personalità della mente creativa che vi sta dietro. È il caso di Martinica, boutique innovativa e di classe nel centro di Torino che prende il nome dalla sua frizzante e raffinata proprietaria, Martina, la quale ha saputo imprimere nel proprio negozio tutta [...]

Dodidì Vintage

Via Andrea Costa, 119/C 40134 Bologna

Le mode, si sa, “fanno giri immensi e poi ritornano”, per usare le parole di Venditti. Questo non significa riacquistare un look in voga ogni volta che un modello di scarpe o un taglio di pantaloni riguadagna tendenza. Fortunatamente, a Bologna il paradiso del second-hand è Dodidì Vintage, al civico 119/C di via Andrea Costa, [...]

Freak Andò

Via delle Moline, 14/c 40126 Bologna

Maurizio Marzadori è il nome da tenere a mente nel panorama dell’antiquariato bolognese. Insegnante e collezionista d’arte, nel 1987 fonda Freak Andò, un’insegna dove coniuga la sua passione per l’arte e il design, proponendo pezzi unici sia italiani che internazionali. Due sono le insegne Freak Andò presenti a Bologna: la Galleria al civico 14/c di [...]