To Top
Lifestyle

Bitter e Amaro: dall’Aperitivo al Dopo Pasto, tra Degustazione e Cultura del “Buon Bere”

Alla scoperta di Bitter e Amari, in compagnia della piccola grande famiglia di Flavio Angiolillo & Co.

Bitter e Amari rappresentano un tassello fondamentale della cultura alcolica italiana, da sorseggiare in compagnia durante quei piacevoli momenti di relax. Immancabile all’ora dell’aperitivo il Bitter (da assaporare in miscelazione) e protagonista del dopo cena l’Amaro (liscio o con l’aggiunta di ghiaccio), entrambi sono caratterizzati dall’esplosione di sapori dalle note prettamente erbacee e legnose, ottenuti da un processo di distillazione, infusione a caldo o macerazione a freddo. Prodotti che rappresentano il calore della nostra Penisola nella convivialità della degustazione e nei sapori che racchiudono materie prime dal cuore tutto italiano.

Bitter e Amaro

A guidare il nostro viaggio intorno al bicchiere, l’expertise di Flavio Angiolillo – il Maestro della mixology – lungo una speciale degustazione “blind taste”, alla scoperta di esclusive etichette. Un appuntamento accattivante con la cultura alcolica italiana che ci ha permesso di sperimentare “al buio” le nostre capacità sensoriali, assegnando un punteggio al profumo, al gusto e all’equilibrio degli inebrianti assaggi proposti da Flavio. Carta e penna alla manoolfatto e pupille all’attacco. Ad attenderci, inizialmente, sei referenze di Bitter, tra grandi nomi della mixology e realtà di nicchia: CampariGagliardo, Fusetti, Galliano, Bitter del Professore e BTTR (inaspettatamente analcolico!). Un mood avvincente che ci ha accompagnato anche durante la seconda degustazione, dedicata agli Amari, lungo un avvolgente assaggio di Venti (etichetta che raccoglie 20 botaniche caratteristiche delle 20 regioni d’Italia), Amaro FarmilyRabarbaro Amarott, a base di Chinotto.

Bitter e Amaro

Un tuffo alla scoperta di piccole e grandi realtà del “buon bere” che racchiudono l’esperienza e la conoscenza di un settore in continua evoluzione e sperimentazione che, in Italia, si sta affermando anche grazie alla nascita e alla diffusione di nuovi brand artigianali. Ed è proprio la piccola grande famiglia di Flavio Angiolillo & Co. che ha dato vita a due inediti progetti legati al mondo del fine drinkingFarmily Spirits e Dripstillery. Farmily Spirits nasce nel 2016, frutto di una continua ricerca e sperimentazione sulla materia prima d’eccellenza, dal twist alcolico decisamente unico; due linee di prodotti – Botanical Spirits (dalle botaniche rigorosamente naturali) e Farmily Classic (tra cui il famoso Amaro, al sapore di genziana, caffè, cacao e menta piperita) – dai sapori inconfondibili, pronti a rivelarci nuovi orizzonti della miscelazione, sorso dopo sorso. Dripstillery, invece, è il più recente capitolo della fa(r)mily: una vera e propria distilleria autonoma con sede ad Abbiategrasso che “goccia dopo goccia” – da “drip”, goccia in inglese – desidera diffondere la cultura del “buon bere” italiano, con una serie di prodotti ad hoc, come il Bitter Fusetti, lanciato a Settembre 2020 e già un successo nel panorama della miscelazione meneghina e non solo.

Bitter e Amaro

Un punto di vista inedito sulla mixology d’eccellenza, alla scoperta di prodotti inediti che racchiudono i sapori, i profumi e la sapiente tecnica degli esperti del “buon bere”, tra Amari e Bitter dalle etichette curiose che nascondono materie prime regionali, in un susseguirsi di note erbacee, legnose e agrumate. Se vi trovate a Milano, vi consigliamo di iniziare a nutrire la vostra curiosità in ambito fine drinking lasciandovi ispirare dalla ricca (e curiosa) bottigliera delle insegne della MAG Family. A voi l’ultima parola o, meglio, l’ultimo sorso!