To Top
Fuori Porta

Ristorante Galbusera Nera – La Costa

Un’avventura culinaria creativa nel vecchio fienile dell’Azienda Agricola La Costa

Sguardo incantato e un’espressione da “Wow” si leggono in faccia non appena iniziano a servire un piccolo omaggio della casa. Un preludio culinario che lascia senza parole: “E se questo è soltanto l’inizio, cosa mai staranno creando di là nelle cucine?”. Siete nel vecchio fienile dell’Azienda agricola La Costa, oggi diventato il ristorante Galbusera Nera, al civico 2 dell’omonima via a La Valletta Brianza, in provincia di Lecco, e solo ora vi state rendendo conto che le sorprese non mancheranno per questa sera.

Ma facciamo un piccolo passo indietro nel tempo, prima di avventurarci tra camomilla, erbe spontanee e aromatiche del parco, pomodoro, cipolla, peperone, melanzana, cetriolo, paprica, pesce di lago, salmerino, trota salmonata e albina, lucioperca, uovo di selva, farina di segale e farro, yogurt, albicocca, nespola e cacao. Siamo nel 1992: Giordano Crippa, grazie al suo grande amore per il territorio brianzolo, acquista il vecchio rudere di Cascina Scarpata e i terreni annessi in una location mozzafiato.

Galbusera Nere - Agriturismo La Costa

Si trova su uno dei crinali del Parco naturale di Montevecchia e della Valle del Curone. È tutto bosco e rovi, ma lui, temerario e lungimirante, ferma l’avanzamento selvatico per favorire la crescita di vigneti, ripristinando gli storici terrazzamenti. Un investimento, quello fatto da Crippa, che porterà tutta la sua famiglia, nel corso degli anni, a vivere un’avventura agreste, appassionata e creativa. Una famiglia unita da grandi passioni, come quella per il vino, per i cavalli e per il cibo slow, per l’agricoltura sostenibile locale e stagionale, per l’ospitalità e l’accoglienza, per il saper fare e ricevere.

Una storia che cattura e affascina la loro, che vi porterà a essere seduti proprio in quel vecchio fienile. Due enormi vetrate regalano una vista meravigliosa: siete dentro al parco. Solo boschi, filari di viti e ulivi intorno a voi. Tutto è perfetto, sia fuori che dentro. Credenze e madie, paioli e mestoli in rame hanno il sapore di nonna, la luce delle candele sui gradini e sulle mensole in sasso accompagna lo sguardo su vecchi tavoli in legno, imbellettati a dovere con lino, cotone, porcellane, argenteria, cristalli e fiori di campo.

Lasciatevi stupire dallo chef Marcoil Morris” – e ordinate uno dei suoi menù degustazione oppure scegliete voi dalla carta le sue creazioni: in ciascun piatto troverete non solo ingredienti di qualità, scelti con cura e attenzione, ma anche una grande professionalità. Una maestria culinaria creativa (quella che porta a ricercare la perfezione dei sensi nell’abbinare, assemblare e comporre fra loro i vari ingredienti) che non lascia indifferenti. Il risultato? Inaspettato, capace di appagare l’esteta che è in voi.

E poi, booom! Quei bellissimi piatti, ovvero quelle pennellate di pura arte che avete apprezzato con gli occhi, ora vi esplodono in bocca. Tra gusto e olfatto è magia. Chiudete gli occhi e visualizzate il parco, sentitelo pulsare dentro di voi, con i suoi boschi e i suoi sentieri, tra filari di viti e ulivi, tra erbe selvatiche e piccoli frutti. Scorgerete persino l’Adda, quel ramo del Lago di Como che volge a mezzogiorno e le Prealpi lombarde.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Crotto dei Platani

Via Regina 73, 22010 Brienno

È estate: colori, profumi e odori vi spingono ad andare sul lago per pranzo. E poi vi ritrovate a Brienno, al civico 73 di via Regina. Come un diamante, il ristorante Crotto dei Platani è letteralmente incastonato nella roccia, tra il Lago di Como e il Monte Gringo. Una veranda che promette riservatezza, con vista a dir poco mozzafiato. Poi un giardino, di fiori e platani e un terrazzino a dominare tutto [...]

I Ristoranti più Romantici di Milano

Quando gli innamorati lavorano, il tempo per ritrovarsi è un po’ limitato, a scapito del romanticismo e delle ricorrenze. La vita cittadina è bella ma ha il suo prezzo: la fretta. Facciamo tutto di fretta, continuamente, e trovare spazi liberi in cui inserire momenti di svago, di tranquillità e di piacere è sempre più difficile. Spesso [...]

Langosteria Bistrot

Via privata Bobbio 2, 20144 Milano

Una baia metropolitana, Langosteria Bistrot è un mix tra un bistrot parigino e una locanda in riva al mare: senti il profumo del mare mentre ascolti la musica di Edith Piaf. Langosteria Bistrot l’ho scoperta da poco e non ne so più fare a meno. La regia è sempre affidata al mentore Enrico Buonocore (sue anche [...]

I Migliori Ristoranti con Giardino alle Porte di Milano

Per aprire l'articolo su Google Maps, clicca qui. Mediolanum “in mezzo alla pianura” oppure “in mezzo a corsi d’acqua”. Questa è l’origine etimologica di Milano, la nostra città. Sappiamo bene quanto sia piacevole, e in estate spesso necessario, allontanarsi per qualche ora dal centro per cercare un clima più fresco nei suoi dintorni. Bastano davvero pochi km [...]

I Migliori Ristoranti Fuori Milano per l’Estate

Per aprire la classifica su Google Maps, clicca qui.  Vivere la vita in una grande città è difficile. Alcuni giorni siamo esausti e in altri - peggio ancora-, pianificando una serata libera, sentiamo di aver visto già tutto (sensazione che in metropoli come questa non può essere più falsa). Condividendo fin troppo bene lo stress da "vacanze vicine ma ancora [...]