To Top
Ristoranti

Vâgh iń Ufézzi

L’appuntamento culinario come tradizione comanda

Mangiare al Vâgh iń ufézzi è un po’ come fare un tuffo nel passato, a partire dal nome. Una volta infatti, quando i nonni emiliani andavano in osteria e non volevano essere disturbati, avevano la loro formula magica: «Me a vâgh iń ufézzi», «Io vado in ufficio», per chi ha poca familiarità con il dialetto. Una macchina del tempo lontana dalle vie più chiassose della città, in cui può portarvi solo un bolognese doc. L’insegna fuori dal locale ci avverte che non entreremo in un ristorante turistico e snob, ma in una “ustarî”, un’osteria in cui ogni particolare ti fa sentire a casa. 

Al Vâgh iń ufézzi, la tavola è apparecchiata con le stesse tovagliette di carta riciclata con cui è scritto il menu, appeso alle pareti insieme ai ricordi dei clienti più fedeli. La scelta è ridotta e cambia in continuazione: «Quel che c’è, c’è», dicevano i nonni. Di sicuro, non mancano mai le crescentine, quadrotti di pasta lievitata e fritta nello strutto, come vuole la tradizione emiliana, da accompagnare con salumi e formaggi: la famosa mortadella bolognese, ma anche prosciutto crudo, salame, coppa, ciccioli (prodotto tipico ricavato dagli scarti cotti del maiale) e lo squacquerone.

 Il resto del menu, mai oltre le sette o otto scelte, è completato in base alle verdure di stagione e al pescato: consigliamo di vedere le proposte del giorno sul sito internet o sulla pagina Facebook del locale. Sapori forti e decisi che si alternano fra piatti della tradizione e specialità difficili da trovare a Bologna, come il polpo in guazzetto. Se passate nel periodo di Carnevale, non potrete che lasciarvi conquistare dai balanzoni, formato di pasta ispirato alla famosa maschera, con una sfoglia verde agli spinaci farcita con gli avanzi rimasti in cucina. Dopo diversi bicchieri di Lambrusco, per finire la cena come vogliono i vecchi bolognesi, ecco la pinza. Un dolce la cui storia risale addirittura al Seicento e formato da un rotolo di pasta dura farcito di mostarda, una confettura di prugne, mele cotogne e scorze d’arancia.

 Come in ogni osteria che si rispetti, la formula del Vâgh iń ufézzi viene arricchita dalla cordialità dei proprietari, Mirco (in cucina) e Antonella (in sala), che non vi faranno sentire nostalgia di casa. L’ambiente è tranquillo, familiare, ma anche piccolo: proprio per questo, è consigliato prenotare. E ricordate: se non volete essere disturbati mentre vi gustate una crescentina con la mortadella o davanti a un piatto fumante di tortellini in brodo, non dimenticate di dire ai vostri amici «me a vâgh iń ufézzi!».

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di bologna e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Maré | Cucina Caffè Spiaggia Bottega

Ripa di Porta Ticinese, 67 20143 Milano

Al civico 67 di Ripa di Porta Ticinese è sbarcato Maré, insegna dal cuore romagnolo che, dal Portocanale di Cesenatico è approdato alle acque del Naviglio Grande, con l’obiettivo di portare a Milano i sapori, i profumi e i colori di una cucina genuina, fatta con amore e passione, lungo un racconto che testimonia la tradizione marinara della [...]

Il Mercato Centrale Milano

Via Sammartini, angolo piazza Quattro Novembre 20125 Milano

Firenze, Roma, Torino e Milano: finalmente anche il capoluogo meneghino può vantare la presenza del suo Mercato Centrale, un punto di incontro, contaminazione, buon mangiare e buon bere, incastonato nel lato ovest della Stazione Centrale, in Piazza IV Novembre, angolo via Sammartini. Un grande spazio su due piani in cui artigianalità, territorio, creatività e vocazione culturale dialogano sinergicamente e che, a seconda delle [...]

Jardin La Ménagère

Via Baccio Bandinelli, 98 50142 Firenze

Si propone in una veste inedita, en plein air e stellata La Ménagère di Firenze che ha aperto Jardin La Ménagère nell'elegante location Riva Lofts affacciata sulle rive del fiume Arno. Un’insegna che aveva già abituato i fiorentini ad un ambiente piacevole e curato e a una cucina degna di nota con il locale di via de’ Ginori e [...]

Gli Indirizzi a Bologna per un Goloso Fritto Misto di Pesce

È ormai un dato di fatto che qualunque cibo è più buono quando è fritto. Questo discorso vale ovviamente per il pesce che, con il fritto misto, raggiunge l’apice della golosità ed è perfetto tutto l’anno. Nonostante Bologna si trovi nell’entroterra romagnolo, anche qui si possono trovare ottimi ristoranti che propongono questa pietanza portando in [...]

Gli Indirizzi a Roma per un Goloso Fritto Misto di Pesce

La frittura di pesce è il piatto che non può assolutamente mancare per un pasto veloce, un aperitivo o una cena. Il fritto misto è uno sfizio croccante, dorato e saporito che racchiude i sapori più autentici del mare. Al naturale o condito con in il limone, questo piatto soddisfa i palati esaltando tutto il [...]