To Top
Lifestyle

Festival del Cinema di Venezia 2020: Film, Attori e Tutto Quello che c’è da Sapere

È iniziata la 77esima edizione del Festival del cinema. Chi vincerà il prestigioso Leone d’oro? Dal red carpet alla piattaforma sull’acqua di Campari, ecco perché la kermesse di Venezia è così importante

Il Festival di Venezia è la più importante rassegna cinematografica in Italia e una delle più apprezzate al mondo. Dopo l’Oscar, è anche la più antica kermesse dedicata alla settima arte al mondo: la prima edizione, infatti, si tenne nell’agosto del 1932.

La manifestazione di quest’anno, la 77esima della sua storia, vede diciotto film in concorso per il Leone d’oro, il premio principale che deve il proprio nome al simbolo di Venezia, il leone di San Marco. L’anno scorso, a trionfare fu l’acclamato Joker di Todd Phillips: per sapere chi lo seguirà nell’albo d’oro, invece, dovremo pazientare fino al 12 Settembre. Solo durante l’ultimo giorno della rassegna, infatti, si saprà il voto della giuria internazionale, presieduta dall’attrice due volte premio Oscar Cate Blanchett.

Festival di Venezia 2020

Photo Credit © Leonardo Puccini

Ma non c’è solo il Leone d’oro. In totale, sono circa sessanta i film in gara, divisi nelle varie categorie: Concorso (massimo venti film in prima mondiale), Fuori concorso e Orizzonti (dedicato a opere rappresentative di nuove tendenze estetiche ed espressive). Proprio i protagonisti di quest’ultima cornice saranno al centro di una serie di incontri e interviste nello spazio Campari della Terrazza Biennale. Se si parla di premi, invece, c’è fermento per i due Leoni d’argento, il Premio speciale per la regia e il Gran premio della giuria, l’anno scorso vinto – fra le polemiche per i noti fatti di cronaca – dal J’Accuse di Roman Polański. Tanta attesa anche per la Coppa Volpi, un omaggio al “padre” del Festival, il conte Giuseppe Volpi, e assegnato per la migliore interpretazione maschile e femminile: su questo premio, saranno puntati gli occhi di molti critici ed esperti di cinema perché viene considerato una sorta di “anticamera” all’Oscar.

Festival di Venezia 2020

Photo Credit © Leonardo Puccini

Sempre in tema di riconoscimenti individuali, due Leoni d’oro alla carriera sono andati ad Ann Hui, fra le registe più apprezzate del movimento Hong Kong New Wave, e all’inglese Tilda Swinton, premio Oscar che al Festival di Venezia aveva già vinto una Coppa Volpi nel 1992 per la sua Isabella di Francia in Edoardo II. Il musicista americano Terence Blanchard, jazzista di New Orleans di fama internazionale, ha vinto invece il Campari Passion For Film Award per la sua capacità di toccare le corde del pubblico nelle sue numerose colonne sonore. La kermesse si chiuderà proprio con l’assegnazione dei tanti premi, con una cerimonia presentata dalla madrina di questa edizione, l’attrice Anna Foglietta.

Festival di Venezia 2020

Photo Credit © Leonardo Puccini

La componente femminile è ben presente anche nei diciotto lavori pronti a contendersi il Leone d’Oro: sono otto, infatti, le registe donne, un record. L’orgoglio italiano, invece, sarà difeso dai quattro film in concorso: il total women Le sorelle Macaluso di Emma DanteMiss Marx di Susanna Nicchiarelli sulla figlia minore del filosofo Karl, l’autobiografico Padrenostro di Claudio Noce con Piefrancesco Favino e il documentario dal Medioriente Notturno di Gianfranco Rosi.

Festival di Venezia 2020

Photo Credit © Leonardo Puccini

Fra i film italiani fuori concorso anche quello che ha aperto il Festival, la storia di amori e tradimenti Lacci di Daniele Luchetti, così come Salvatore. Shoemaker of Dreams di Luca Guadagnino, omaggio alla figura di Salvatore Ferragamo, e Paolo Conte, via con me di Giorgio Verdelli. La categoria Orizzonti, invece, ha ospitato il debutto alla regia di Jasmine Trinca, col corto Being My Mom, e di Pietro Castellitto, con I predatori. Chiuderà l’edizione 2020 – neanche a dirlo – un altro film italiano, Lasciami andare di Stefano Mordini, girato durante l’acqua alta in città.

Festival di Venezia 2020

Photo Credit © Leonardo Puccini

Fra i titoli stranieri fuori concorso, invece, attenzione al documentario Greta (Thunberg) dello svedese Nathan Grossman e a The Duke di Roger Mitchell, il regista di Notting Hill che, questa volta, racconta la storia vera del furto di un quadro dalla National Gallery di Londra, rubato da un tassista che – in cambio della restituzione – chiese che il governo si impegnasse a favore degli anziani con maggiori investimenti.

Festival di Venezia 2020

Photo Credit © Leonardo Puccini

Il Festival di Venezia, però, si espande anche al di fuori della sala cinematografica. Dalle passerelle al Boat-In Cinema, spettacolare piattaforma sull’acqua ideata da Campari nella suggestiva cornice dell’Arsenale, che celebra la passione e la creatività dei talenti emergenti del mondo del cinema. La kermesse ruota attorno ad una serie di appuntamenti pensati per conoscere meglio i protagonisti della settima arte e gli invitati, dopo un aperitivo firmato Campari, potranno assistere alla proiezione dei contenuti direttamente dalle barche. Mercoledì 9 Settembre il regista e attore italiano Edoardo Leo parlerà della sua professione in un appassionato monologo, mentre – nella stessa sera – sarà proiettato il cortometraggio Waiting for Woody di Claudio Napoli. Il giorno dopo, sarà la volta di Giorgio, con un cast pluripremiato ai David di Donatello. Ospite d’eccezione sarà la stella americana Matt Dillon, uno dei membri della Giuria, che verrà celebrato con un documentario sulla sua carriera.

Festival di Venezia 2020

Photo Credit © Leonardo Puccini

Segnate sul calendario, poi, l’ultimo appuntamento: venerdì 11 Settembre, alla presenza anche di Cate Blanchett, sarà proiettato Mrs America, miniserie televisiva statunitense creata da Dahvi Waller. Dal red carpet alla red passion il passo è breve e così, poco lontano dal Palazzo del Cinema, Campari ha dato vita a un’installazione unica, pensata per offrire un’esperienza visiva incentrata sul processo di creazione che porta a realizzare film straordinari.

Festival di Venezia 2020

Photo Credit © Leonardo Puccini

La 77esima edizione del Festival di Venezia è iniziata e – come al solito – si sta rivelando un appuntamento centrale per tutto il mondo del cinema. Chi vincerà? Appuntamento al 12 Settembre. Con un’Italia che – speriamo – farà la parte del Leone (d’oro).

Bombardati quotidianamente da informazioni di ogni tipo trasmesse da un numero sempre maggiore di strumenti di comunicazione, a volte cerchiamo una semplificazione, una fonte affidabile, una guida. Flawless Milano è nata da questa esigenza e racconta le migliori esperienze da vivere a Milano con stile, precisione e personalità.

Flawless® è una realtà nata nel 2014 dal sogno di tre professionisti della comunicazione, della moda e del mondo digitale. Ogni giorno la nostra redazione vive le bellezze della città e ve le riferisce, per darvi idee, spunti e indicazioni sempre nuovi.

Copyright © 2020 Flawless Living s.r.l. - Via Copernico 8 - 20125 Milano - PI 08675550969