To Top
Cocktail Bar Lifestyle

La nuova drink list di Dhole è un viaggio da vivere fino all’ultimo sorso

Immancabili ispirazioni asiatiche da assaporare intensamente in un locale suggestivo già dal primo sguardo

Dhole appartiene a quella specifica categoria di locali in grado di trasmettere emozioni uniche, immediatamente appena entrati. É chic, di design e allo stesso tempo un po’ wild, sarà perché il suo nome è quello di un cane selvatico asiatico, chiamato anche cuan o cane rosso. Le stesse emozioni provate entrando nel locale sono trasmesse anche dai piatti del ristorante così come dai suoi cocktail, grazie al loro sapore ma anche al modo in cui vengono presentati.

La nuova drink list di Dhole e un viaggio da vivere fino all ultimo sorso

Per quanto riguarda la drink list Dhole si reinventa e stupisce grazie a suoi esperti bar men mixolgist sempre mantenendo una stretta connessione con il continente asiatico per permetterci di vivere una vera esperienza che coinvolge almeno 4 sensi: gusto, olfatto, vista ed anche tatto. In una scatola di legno intagliata che ricorda un porta gioie elegante e retrò troverete alcune carte, molto simili a carte da gioco nel formato e nell’aspetto: ognuna di loro è dedicata ad un cocktail specifico. E qui abbiamo già svegliato il tatto perché la scatola merita di essere scoperta anche al tocco e la vista.

Il drink Fanny Parkers, come il nome lascia intendere, è presentato da una carta che mostra l’illustrazione di una donna con il tradizionale kimono giapponese e le proprietà del cocktail: floreale e fruttato, contiene gin infuso con il raro legume farfalla, lo sciroppo Fuji Schrub ed il liquore Green Chartreause dal caratteristico colore verde e per finire un’aggiunta di lime e soda.

La nuova drink list di Dhole è un viaggio da vivere fino all’ultimo sorso

Dal sapore dolce invece il Nisei (piccola curiosità: il termine Nisei si riferisce ai bambini giapponesi nati da genitori emigrati in un altro paese), la cui carta di presentazione piacerà agli amanti del mondo manga. Si tratta di un cocktail che tra gli ingredienti conta il tipico liquore dolce giapponese Umeshu della eccellente casa Choya e, come l’arte della mixology impone, albume d’uovo: per scoprirne il travolgente risultato non vi resta che provarlo.

La nuova drink list di Dhole è un viaggio da vivere fino all’ultimo sorso

Note più amare e speziate quelle del cocktail Paolo Sarpi, un omaggio alla “China Town” meneghina, in cui al Campari sono aggiunti la tipica spezia cinese Sichuan Pepper, il Vermouth Carpano Classico e un tocco di vaniglia e soda.

La nuova drink list di Dhole è un viaggio da vivere fino all’ultimo sorso

Se finora questo tour asiatico non è stato sufficiente altro cocktail che non manca di sorprendere, già dalla carta che lo introduce di cui però non vi riveleremo nulla per non rovinare l’effetto sorpresa, è il Goitamen dal sapore affumicato e molto corposo. Gli elementi che lo contraddistinguono ci trasportano questa volta in Messico perché infatti il Gotamen è un sapiente mix di ben 2 tequile messicane, l’Espolon Blanco e la Herraudra insieme al liquore Ancho Reyes Verde, il gusto affumicato invece è dato dall’olio essenziale di Cade.

La nuova drink list di Dhole è un viaggio da vivere fino all’ultimo sorso

Anche il gusto e l’olfatto sono stati pienamente soddisfatti, come ogni altro senso e soprattutto come noi.