To Top
Lifestyle

I Cocktail Italiani

La drink list d’eccezione firmata Italia

Festeggiamo l’Italia in un tripudio di bandiere tricolori, dove rosso, bianco e verde illuminano il cielo celebrando la bellezza del nostro territorio. Si sa, le eccellenze del Bel Paese riecheggiano in tutto il mondo: dalla moda alla ristorazione, dal design ai settori più tecnici, racchiusi nella formula tanto semplice quanto patriottica del richiestissimo Made in Italy, in un’esplosione di competenze e qualità che caratterizzano l’autentico savoir faire tricolore.

Culla del “mangiar bene” e del “bere bene” la nostra Penisola conquista i palati dei suoi avventori grazie a una ricca e sfiziosa tradizione che vede nella Mixology Art la realizzazione di cocktail che hanno contribuito alla storia della miscelazione internazionale, in un intreccio di basi alcoliche e note olfattive particolarmente caratterizzanti il territorio geografico, dalle città dall’anima cosmopolita ai territori dove le onde del mare e le cime montuose regalano paesaggi e scorci mozzafiato. Lasciatevi trasportare alla volta di un viaggio regionale alla scoperta della nostra Bella Italia “intorno al bicchiere”, per un brindisi tricolore da sorseggiare lentamente!

APEROL SPRITZ – VENETO

Un giro dell Italia intorno al bicchiere

Da protagonista del rituale dell’aperitivo in Veneto alla top 10 dei cocktail più consumati nel mondo: Aperol Spritz ne ha fatta di strada! La sua ricetta affonda le proprie radici nell’usanza dei soldati tedesco-austriaci, stanziati nel regno Lombardo-Veneto nell’Ottocento, di “spritzare” i vini veneti con dell’acqua frizzante o del seltz per stemperarli. Questa base fu in seguito arricchita da una parte di Aperol, l’aperitivo creato a Padova nel 1919 dai fratelli Luigi e Silvio Barbieri. Nacque così Aperol Spritz come lo conosciamo oggi, con la sua intensa cromaticità arancione, per tradizione accompagnato ai classici cicchetti veneti, gli stuzzichini realizzati con prodotti locali da gustare nella folkloristica cornice dei bàcari. Bastano quindi pochi ingredienti per ottenere un cocktail a regola d’arte, da realizzare direttamente in un calice con ghiaccio secondo la celebre miscelazione 3-2-1, riconosciuta dall’IBA come ricetta ufficiale: 3 parti di Prosecco D.O.C., 2 parti di Aperol, 1 parte di soda e guarnire con una fettina d’arancia…cheers!

BELLINI – VENETO

Un giro dell Italia intorno al bicchiere

Nell’incantevole cornice di Venezia, città unica al mondo per i suoi canali d’acqua che attraversano le calli, in un intreccio di ponti e architetture mozzafiato, il celebre Harry’s Bar dell’Hotel Cipriani diede i natali al drink Bellini, dall’idea del fondatore Giuseppe Cipriani che, durante una mostra dell’omonimo pittore, si lasciò ispirare dalle tinte rosate dei suoi dipinti. Nacque così un cocktail delicato, in cui il vellutato aroma della frutta incontra la vivacità alcolica, in un equilibrato connubio di dolcezza e freschezza. Una miscelazione che rispecchia l’eleganza del capoluogo veneto, all’interno di un calice da vino dove si incontrano 100 cl di Prosecco e 5 cl di purea di pesca bianca.

AMERICANO – LOMBARDIA

Un giro dell Italia intorno al bicchiere

Leggenda della miscelazione italiana, l’Americano ritrova le sue origini in terra lombarda. Spesso associato alla proposta alcolica Milano-Torino – ideato da Gaspare Campari intorno al lontano 1860 – per l’utilizzo del Bitter Campari di Milano, questo cocktail nasconde un’anima sfaccettata, in cui il gusto della tradizione meneghina si contrappone a un’allure cosmopolita, da ritrovare nel fascino e nel successo riscontrato oltre confine, diventando un vero e proprio must del “buon bere” internazionale. Da preparare direttamente nel bicchiere, la ricetta autentica per un Americano a regola d’arte prevede 3 cl di Vermouth Rosso e 3 cl di Bitter Campari, ghiaccio e una spruzzata di soda da miscelare delicatamente, aggiungendo poi all’interno del cocktail una scorzetta di limone e una fettina d’arancia come decorazione.

NEGRONI SBAGLIATO – LOMBARDIA

Un giro dell Italia intorno al bicchiere

Un cocktail dalla storia eccezionale che affonda le sue radici nel capoluogo meneghino, dove storia, tradizione ed estro creativo dialogano sinergicamente. Intorno al 1969, nella cornice del Bar Basso, autentica insegna della miscelazione milanese, Mirko Stocchetto, proprietario del locale, era intento a preparare un Negroni per un suo cliente accomodatosi a uno dei tavolini per il rito dell’aperitivo; a seguito di uno scambio di bottiglie, Mirko aggiunse lo spumante al posto del gin. Un errore che si trasformò immediatamente in successo, garantendo all’inedito Negroni “sbagliato” un posto d’onore nella lista dei cocktail leggendari. Un inebriante drink da sorseggiare avvolti da un’atmosfera senza tempo, miscelando in un bicchiere con ghiaccio ⅓ di Bitter Campari, ⅓ di Vermouth Rosso e ⅓ di spumante secco, il tutto guarnito da una fettina d’arancia.

HUGO – TRENTINO ALTO ADIGE

Un giro dell Italia intorno al bicchiere

Dalle maestose cime che sembrano toccare il cielo del Trentino Alto Adige, tra prati verdeggianti a perdita d’occhio, l’ora dell’aperitivo accoglie le nostre papille con un delizioso cocktail nato in provincia di Bolzano dall’estro del barman Roland Gruber, dalla nota alcolica delicata e dalla rigenerante freschezza dei paesaggi di montagna. Una ricetta semplice e veloce, senza l’uso di shaker da comporre direttamente nel bicchiere di portata, miscelando 15 cl di Prosecco, 2 cucchiai di sciroppo di melissa o di fiori di sambuco, qualche cubetto di ghiaccio, una spruzzata di seltz, foglie di menta e fettine di lime. Un concentrato di gusto in ricordo della frizzante aria pura di montagna.

TANDEM – EMILIA ROMAGNA

Continuiamo il nostro viaggio della Penisola raggiungendo una delle regioni del centro, dove paesaggi naturali si intrecciano a città e borghi dalla storia secolare, in cui arte e cultura convivono in una varietà enogastronomica davvero sfaccettata. Dagli Appennini rocciosi alle colline e alla campagna che si distende indisturbata, fino ai litoranei dorati che incontrano le onde del mar Adriatico; e proprio qui, in Emilia Romagna, nasce il Tandem, un cocktail dalla miscelazione leggera e vivace che unisce note aromatiche dal retrogusto amaro a sentori agrumati, da sorseggiare durante un aperitivo sulla spiaggia o dopo un’intensa giornata lavorativa. Vi basteranno 5 cl di Biancosarti, 10 cl di Crodino e una fetta di arancia, per una rigenerante pausa di gusto.

NEGRONI – TOSCANA

Dove l’Arno scorre indisturbato tra i palazzi che al tramonto si riflettono dolcemente sulle sue acque, tra il 1919 e il 1925 il barman Luigi Scarselli diede vita al celebre Negroni, il “solito” cocktail dal cuore fiorentino con aggiunta di gin che il Conte Camillo Negroni richiedeva in via Tornabuoni. Una miscelazione dalla cromia aranciata che ricorda l’autentica ricetta dell’Americano, con un twist alcolico davvero inebriante, conquistatore anche dei palati più esigenti del buon bere internazionale. 3 cl di Gin, 3 cl di Bitter Campari, 3cl di Vermouth Rosso dolce e mezza fettina d’arancia: questi gli ingredienti per un Negroni ad hoc, capace di trasportarvi a occhi chiusi nella città fiorentina, in un connubio di arte, storia e bellezza.

SICILIAN COKE – SICILIA

Dallo Stivale alle sue isole, in direzione Trinacria, una terra percorsa dai tiepidi raggi del sole che si estendono dalle pendici dell’Etna alle onde del mare, in un alternarsi di paesaggi mozzafiato tra saline, pareti rocciose e tonnare. Un’esplosione aromatica che raccoglie i profumi del Mediterraneo, privilegiando le note agrumate di limoni, arance e cedri, intrecciate agli amari della tradizione sicula, in creazioni alcoliche davvero indimenticabili. Tra queste, il cocktail Sicilian Coke accompagna le papille in un viaggio fra tradizione e innovazione, miscelando 60 cl di Averna e top di Limonata Amara (Bitter Lemon), con un’aggiunta di zest di limone e rosmarino aromatico. Un assaggio della Sicilia più autentica, cullati dalla brezza marina.

Bombardati quotidianamente da informazioni di ogni tipo trasmesse da un numero sempre maggiore di strumenti di comunicazione, a volte cerchiamo una semplificazione, una fonte affidabile, una guida. Flawless Milano è nata da questa esigenza e racconta le migliori esperienze da vivere a Milano con stile, precisione e personalità.

Flawless® è una realtà nata nel 2014 dal sogno di tre professionisti della comunicazione, della moda e del mondo digitale. Ogni giorno la nostra redazione vive le bellezze della città e ve le riferisce, per darvi idee, spunti e indicazioni sempre nuovi.

Copyright © 2020 Flawless Living s.r.l. - Via Copernico 8 - 20125 Milano - PI 08675550969