To Top
Lifestyle

“World Cocktail Day”: alla Scoperta dell’Eccellenza Italiana del Camparino in Galleria

ll 13 Maggio il Camparino brinda alla giornata internazionale del “buon bere”

Gli appassionati della miscelazione forse non sapranno che esiste una vera e propria giornata dedicata all’arte del “buon bere”, in data 13 Maggio: il “World Cocktail Day”. Una celebrazione che affonda le sue radici nel lontano 1806 in terra statunitense, quando venne pubblicata sul giornale The Balance and Columbian Repository la prima definizione ufficiale dell’ormai popolarissimo termine “cocktail”. Un evento che segnò una vera e propria svolta per l’universo della mixology, riconoscendo il drink e le sue combinazioni come autentiche opere d’arte.

World Cocktail Day alla scoperta dell eccellenza italiana del Camparino in Galleria

L’Aperitivo

Un viaggio celebrativo intorno al bicchiere che, dagli Stati Uniti ci porta a varcare la soglia di uno degli emblemi della miscelazione italiana, il Camparino in Galleria, icona milanese e simbolo dell’immancabile rito dell’aperitivo che, da 106 anni, accoglie i suoi ospiti con vista sulla Cattedrale cittadina e sul Salotto meneghino per eccellenza, Galleria Vittorio Emanuele II. Nato dal desiderio di Davide Campari nel 1915, questa storica insegna si fa testimone dei fasti e delle vicissitudini della Milano più autentica, grazie anche al recente restyling che ha mantenuto alcuni elementi originali, in puro stile Art Déco; dalla Sala Spiritello al Bar di Passo, dalla sala Gaspare Campari allo splendido dehors, da Camparino si respira un’affascinante atmosfera senza tempo, fra presente, passato e futuro. Un’esperienza unica di gusto che vanta anche la collaborazione con lo Chef Davide Oldani, creatore di sfiziose proposte gastronomiche da assaporare lungo uno speciale appuntamento di cocktail & food pairing.

World Cocktail Day alla scoperta dell eccellenza italiana del Camparino in Galleria

Una location di charme caratterizzata da una drink list magnetica, in cui ai grandi classici della miscelazione, come Campari Seltz, il Negroni, l’Americano, il Campari Shakerato e il Milano Torino si aggiunge una ricca e inedita selezione di Signature Cocktails – da sorseggiare esclusivamente nell’incantevole cornice di Sala Spiritello attualmente non accessibile, non appena sarà possibile tornare ad ammirare gli spazi interni del Camparino –, nati dalla creatività dei bartender e ispirati alle opere d’arte Campari; tra questi Il Bacio, dalle note dolci, fruttate e avvolgenti a base di Campari, 1757 Vermouth Dry, Bulldog Gin alle fragole, gomma arabica alla panna e vaniglia, latte e Orange Bitter, realizzato con una tecnica che rende il cocktail morbido e vellutato al palato, il Silhouette, con Campari, Wild Turkey 101 Bourbon, sciroppo di burro, liquore al caffè e sale, ispirato a un classico Boulevardier, con un retrogusto al caffè esaltato dal tocco finale di essenza di arancia amara o la new entry L’Aperitivo, speziato, agrumato e leggermente amaro, con Campari, Aperol, gocce di Assenzio, Sherry fino e profumo di alloro.

World Cocktail Day alla scoperta dell eccellenza italiana del Camparino in Galleria

Mizuwari

La miscelazione firmata dal Camparino si racconta anche come viaggio intorno al mondo con la sua selezione Around The Globe, alla scoperta di quei sapori internazionali di terre remote e affascinanti, come nel caso del Grande Mexico – omaggio ai profumi e ai colori del Sud America -, leggermente affumicato, con note acidule e un tocco piccante, a base di Espolòn Tequila Blanco, Montelobos Mezcal Espadin, sciroppo di ibisco, habanero bitter e latte di mandorla o del Mizuwari, fresco e con note balsamiche grazie allo shrub di alloro e pepe rosa, con Glen Grant 10 y.o., Nikka Coffey Malt, shrub di alloro e lamponi, soda e profumo di abete rosso. Alle novità della miscelazione, il Camparino aggiunge, arricchendo la sua nuova carta, una sfiziosa selezione di assaggi dedicati al celebre momento dell’aperitivo o del famoso brunch per celebrare così, in puro stile meneghino, il weekend, completando la già ricca e affascinante esperienza del locale.

Sorseggiare un cocktail del Camparino in Galleria all’ombra della Madonnina è sempre un’esperienza speciale; che sia in occasione di un aperitivo o di un dopo cena, questa storica insegna milanese rimane l’iconico portavoce della miscelazione d’autore italiana, nel segno di prodotti d’eccellenza, combinazioni inedite ed esplorazioni alcoliche. Non vi resta che riservare il vostro tavolo vista Duomo e Galleria!