To Top
Classifiche

Le Mostre a Roma da Vedere a Gennaio

Alla scoperta di nuovi ed intriganti eventi artistici nella Città Eterna

Anche in questo mese e come sempre, Roma ci omaggia con la sua “Grande Bellezza”. La ricchezza culturale di cui è intrisa la Città, ci invita sempre ad appuntamenti ed eventi stimolanti.
Flawless, per il mese di Gennaio, ha selezionato delle proposte interessanti, volte a far riflettere su questioni estremamente attuali o che permetteranno ai visitatori di riscoprire una Città dal volto perduto. Che siate o meno amanti d’arte, non è mai troppo tardi per lasciarsi ispirare dal fascino di musei e spazi espositivi che sapranno farvi indagare su aspetti di realtà quotidiane, o farvi semplicemente immergere attraverso epoche passate. 

JONAS MEKAS. Images are real

Mattatoio – Piazza Orazio Giustiniani, 4

CHIAMANAVIGATORE

Il Padiglione 9b del Mattatoio, ospita una selezione di lavori volti a celebrare l’artista, regista e poeta lituano, Jonas Mekas  (Biržai 1922 – New York 2019). Attraverso una vasta selezione delle sue opere, si intende onorare la memoria dell’autore ripercorrendo le tappe più significative della sua vita. Il titolo della mostra “Images are real”, è tratto da una citazione del film “Out-takes From the Life of a Happy Man”. Il filmmaker, Jonas Mekas, intende celebrare la vita nel suo continuo mutamento e fluire, restituendola agli spettatori attraverso immagini e montaggi che rappresentano pezzi di vita reali.

VIRGINIA WOOLF E BLOOMSBURY. INVENTING LIFE

Museo Nazionale Romano Palazzo Altemps – Piazza di Sant’Apollinare, 46


[email protected]

CHIAMANAVIGATORE

Al Museo Nazionale Romano, presso Palazzo Altemps, sarà possibile visitare la mostra “Virginia Woolf e Bloomsbury. Inventing Life”. L’esposizione, curata da Nadia Fusini e Luca Scarlini, mette in luce la storia del gruppo di amici di Bloomsbury, che ha dato vita a nuove correnti di pensiero volte a scardinare i principi vittoriani e lo spirito patriarcale del ventesimo secolo. La mostra, si sviluppa in cinque stanze di Palazzo Altemps, corrispondenti alle cinque sezioni principali dell’esposizione. All’interno di ogni ambiente, è raccontata la storia delle figure di Bloomsbury attraverso testimonianze tangibili, come saggi e quaderni di appunti. I protagonisti, legati tra loro dall’amore per la letteratura, per le arti e l’editoria, sono considerati dei veri rivoluzionari nella scena culturale del Novecento.

DANIELA COMANI. YOU ARE MINE

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea – Viale Belle Arti, 131


[email protected]

CHIAMANAVIGATORE

Con la sua mostra dal titolo “YOU ARE MINE”, Daniela Comani vuole farci aprire gli occhi sulla grave e attuale questione del femminicidio. Attraverso un’installazione posta nel Corridoio Bazzani della Galleria Nazionale, l’artista espone una serie di articoli di giornale raccolti e manipolati che riportano notizie di omicidi compiuti da donne a discapito di uomini. In questa serie di articoli appesi al muro, sono le donne a compiere atti violenti nei confronti dei propri compagni che subiscono violenze di ogni genere. A partire da questo inaspettato rovesciamento di ruoli, Daniela Comani ci spinge a riflettere sull’assurdità legata alla violenza di genere.

ROMA MEDIEVALE. IL VOLTO PERDUTO DELLA CITTÁ

Palazzo Braschi – Piazza di San Pantaleo, 10, Piazza Navona, 2


[email protected]

CHIAMANAVIGATORE

Fino al 5 Febbraio, sarà possibile visitare la mostra “Roma Medievale. Il volto perduto della città”, per riscoprire la città medievale fra il VI e il XIV secolo. L’esposizione ospita 160 opere tra cui mosaici, affreschi e opere mobili messe a disposizione da musei ed enti religiosi. Lo spettatore avrà la possibilità di immergersi totalmente in un pezzo di storia, in una Roma nascosta e portata alla luce attraverso basiliche, palazzi e scenari urbani appartenenti ad un’epoca passata. 

HOT SPOT. Caring for a Burning World

Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, viale delle Belle Arti 131


[email protected]

CHIAMANAVIGATORE

L’esposizione “Hot Spot”, prende il titolo da un’opera all’interno della mostra: una grande installazione in ferro e neon che raffigura il pianeta Terra acceso da una luce rossa che simboleggia i conflitti che lo rendono rovente. Le opere selezionate all’interno del percorso espositivo, hanno l’obiettivo di spingere l’osservatore a riflettere sulla complessa situazione attuale per sensibilizzarlo infine sul suo rapporto con il pianeta e suggerirgli la possibilità di una rinascita ambientale.

Bombardati quotidianamente da informazioni di ogni tipo trasmesse da un numero sempre maggiore di canali di comunicazione, a volte cerchiamo una semplificazione, una fonte affidabile, una guida. FLAWLESS è nata da questa esigenza e informa i propri lettori con consigli selezionati, utili e interessanti, raccomandando solo le migliori esperienze di lifestyle.

Copyright © 2023 Flawless Living s.r.l. - Via Copernico 8 - 20125 Milano - PI 08675550969