To Top
Ristoranti

Il Liberty

Lo Chef Andrea Provenzani ha recentemente rinnovato il Liberty reinterpretando i grandi classici della cucina del nord Italia.

Avere dei punti di riferimento nelle grandi città risulta sempre difficile. Se parliamo di ristorazione poi, non solo è dura orientarsi ma bisogna anche cercare di stare al passo con tutto ciò che apre, chiude, si sposta, cambia gestione e si rinnova. È il caso quest’ultimo, del giovane Andrea Provenzani e del suo altrettanto dinamico staff che ha dato un nuovo look al Liberty.

Anche se non ho il piacere di conoscerlo di persona, l’ho visto nel suo ambiente, in cucina così come con i clienti e il suo sguardo dice molto. Una persona che ama il proprio mestiere e che ancora si dedica fortemente alla ricerca, allo studio della materia prima e a come interpretarla fornendo tanto gusto quanta tecnica.

Il nuovo design ha mantenuto una sobrietà sempre appartenuta al Liberty con uno stile degli arredi più asciutto, più minimale, dai toni più scuri ma equilibrati dalle luci, una zona accoglienza/bar molto intelligente e un bagno impeccabile… lo adoro! I ragazzi in capo alla sala sono giovani, dinamici e si muovono bene, confidenti. Danno sicurezza e questo non sempre è facile da trovare nelle realtà milanesi.

Il Liberty - Milano

Per cominciare vengono suggeriti alcuni cocktail, perché no.  Il menù è molto vario e nonostante le evoluzioni restano alcuni grandi classici. Non posso resistere a uno spaghettone al cipollotto brasato. Mi spiace, ma il fatto che sia un Benedetto Cavalieri si sente eccome: cottura perfetta, cremoso e leggermente piccante. Ci piace ed è insolito il servizio del primo in ciotoline dai bordi alti, usate più comunemente per una zuppa, di forma simile alle porcellane orientali.

bucatini latini alle doppie acciughe, in ogni caso, non sono da meno. La costoletta di vitello alla milanese è un classico: ristretta il giusto sull’osso, alta almeno due centimetri e mezzo e una crosticina abbrustolita e croccante che trasuda bontà. Quando vi appresterete a tagliarla il coltello scivolerà e sentirete subito quanta morbidezza c’è in questa carne. Nel menù è descritta come “rosa” e di fatto la carne è più che rosata, succosa, quasi dolce. Io l’ho trovata incredibilmente buona, certo diversa da chi ama la classica.

Il LIberty Milano

La parmigiana di melanzane è una reinterpretazione golosa di un piatto già godereccio di per sé. Sembra banale come commento, ma vi assicuro che la bontà di quella stracciatella fresca in contrasto con la croccantezza delle zucchine la sento in bocca ancora adesso. Non sono riuscita a provare i dolci ma ve li consiglio: la lista è ricca, io a questo punto li tengo per la prossima visita.

Se avete voglia di una cena tradizionale ma non troppo, in coppia o in compagnia, in un ambiente tranquillo e non eccessivamente vetusto regalatevi una cena al Liberty. Spero diventi anche per voi quell’indirizzo sicuro da salvare in agenda. Enjoy!

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di milano e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Cap’Alice

Via Giovanni Bausan, 28 80121 Napoli

Nei pressi della Riviera di Chiaia, in un piccolo vicoletto dei quartieri napoletani, Cap’Alice porta in tavola una eccezionale cucina tipica napoletana. In Via Giovanni Bausan, questa enosteria ha un’impronta tipica del territorio e celebra la gastronomia partenopea più autentica e tradizionale, attraverso proposte dai sapori genuini e territoriali che hanno reso questa insegna nota [...]

Camera Con Vista

Via Santo Stefano, 14/2a 40125 Bologna

Incastonata all’interno della storica cornice di Palazzo Isolani, con affaccio su Piazza Santo Stefano, questa ricercata insegna trae l’ispirazione del suo nome dall’omonimo libro di Edward Morgan Forster e dalla pellicola di James Ivory. Un luogo dedicata ai piaceri del “buon cibo” e del “buon bere” che nel 2017 si trasforma in un bistrot e cocktail [...]

I Conoscenti

Via Manzoni, 6 40122 Bologna

All’interno dell’antico palazzo del ‘300, abitato un tempo dalla famiglia Conoscenti, nasce I Conoscenti: un locale sfaccettato dalle diverse anime, declinato in cocktail bar, ristorante - al piano terra - e perfino in un elegante locanda al piano superiore. Un ambiente sofisticato e accogliente, capace di sorprendere per la cura nei dettagli e un’offerta gastronomica raffinata, [...]

Sette Tavoli

Via Cartoleria, 15/2 40124 Bologna

Di fronte al Teatro Duse, al civico 15/2 di via Cartoleria, apre le porte alla città Sette Tavoli, un’insegna sospesa nel tempo, luogo d’incontro tra cultura e cucina. Come si evince dal nome, qui ci sono solo sette tavoli, ognuno dei quali ispirato a un artista, poeta o scrittore amante dei piaceri della tavola e soprattutto [...]

Miramonti l’Altro: la Fuga Culinaria al Confine con la Franciacorta

Via Crosette, 34 25062 Concesio

Situato in un quartiere residenziale di Concesio, piccolo comune in provincia di Brescia, il ristorante Miramonti l’Altro ha l’aspetto di un’elegante villa con giardino. Il verde fa da contrasto con il bianco delle pareti e cattura subito lo sguardo, riposandolo. Varcata la soglia, tutt’intorno è uno spettacolo di impeccabile ordine e armonia, come se la [...]