To Top
Lifestyle

Il nuovo menù di Belè è un omaggio all’inverno e ai suoi inconfondibili sapori

Proposte che raccontano la tradizione unita alla creatività per un menù che accoglie un inverno tutto da riscoprire e assaporare

Una passeggiata o un aperitivo sui Navigli può avere un seguito che permetta di apprezzare una cucina di alta qualità che, nel rispetto della tradizione culinaria italiana, non teme l’estro e la sperimentazione.

Il posto dove poter vivere una vera esperienza a tavola circondati da un ambiente accogliente e di design caratterizzato da sedie in tessuto giallo e blu, è il ristorante Belè la cui Chef Giulia Ferrara e la sua brigata anche per questo inverno hanno pensato, o forse sarebbe meglio dire interpretato, un menù che propone piatti preparati in base alla materie prime di stagione in cui tradizione ed evoluzioni di gusto seguono il ritmo e i sapori dell’inverno.

Il nuovo menù di Belè è un omaggio all’inverno e ai suoi inconfondibili sapori

Ogni portata, realizzata con passione e dedizione dalla chef e il suo team, può soddisfare preferenze e gusti di palati diversi. Si può scegliere un antipasto vegetariano a base di cardi arrosto con crema di sedano rapa e liquirizia, il sapore delicato dei gamberi saltati con pak-choi oppure quello più deciso cominciando con l’agnello con farinata e ‘nduja.

Una selezione che regala nuove combinazioni ed emozioni anche per quanto riguarda i primi iniziando dal risotto con rape arrosto, kholrabi marinato nocciole, rivisitazione gourmet di un piatto della cucina cosiddetta povera, proseguendo con i tagliolini fatti a mano con un sugo d’arrosto arricchito da timo e una crema di patate e aglio

Il nuovo menù di Belè è un omaggio all’inverno e ai suoi inconfondibili sapori

Fantasia, stagionalità e qualità anche per i secondi ovviamente con una new entry di pesce che non mancherà di stupire piacevolmente ovvero la rana pescatrice accompagnata da bietoline, pinoli affumicati e uvetta. Per gli amanti della carne il diaframma guarnito da una crema di fagioli, scarola saltata e crema di aglio e acciughe e massima gratificazione anche per coloro che non amano né la carne né il pesce grazie al carciofo alla romana con fonduta di taleggio e tuorlo d’uovo. Quest’ ultimo sarà sicuramente preso in considerazione anche da chi non è solito consumare pietanze veggy.

Il nuovo menù di Belè è un omaggio all’inverno e ai suoi inconfondibili sapori

Per concludere una splendida cena rendendola perfetta manca solo un dessert. Da Belè potete optare per qualcosa di un po’ più ardito come il crème caramel alla salvia con gelato alla zucca o restare sul tradizionale, ma sempre squisito, ordinando il pan de mej lombardo o una cake ai datteri, cremoso al cioccolato e gelato alla banana.

Belè sa reinventare piatti e sapori che conquistano al primo assaggio, provare il nuovo menù per credere e soprattutto ritornare.