To Top
Street Food

Poormanger

Quando la patata ripiena diventa gourmet

“Siamo quelli delle patate” recita una lavagnetta appena fuori dal locale. Ed effettivamente in città tutti conoscono Poormanger per “quel posto in cui fanno le patate”: gourmet, sfiziose, tradizionali, curiose, gustose, le patate ripiene sono un piatto vincente perché riescono ad accontentare tutti, tanto quanto una pizza. Se poi parliamo di quelle che sforna Poormanger, state sicuri che la riuscita del pasto sarà sempre azzeccatissima.

La formula è quella della classica baked potato anglosassone che qui, sotto la Mole, incontra l’eccellenza e la qualità dei prodotti del territorio piemontese e non solo. Salsiccia di Bra, acciughe al verde, tomino, salumi, formaggi arrivando anche oltre confine, fino al mare, con pesce e ingredienti mediterranei.

Semplicità, fantasia e gusto sono le parole d’ordine, combinazioni di ingredienti che cambiano nel rispetto della stagionalità dei prodotti dando vita ad abbinamenti che solo sentendoli nominare fanno venir fame: scamorza, rucola, crema di cipolle, speck oppure toma, funghi e salsiccia o ancora porri, zucca, nocciole e fonduta di caprino.

Molti i mix che vanno incontro davvero ai gusti di tutti, anche alle esigenze di vegetariani, vegani e celiaci. Se non vi bastassero le patate ripiene, l’offerta gourmet di Poormanger comprende anche taglieri delle migliori prelibatezze piemontesi, zuppe fantasiose, piatti caldi e insalate.

E se semplicità e fantasia sono gli ingredienti della cucina, anche nella cura degli ambienti queste due qualità la fanno da padrone: tavoli in legno o ceramica colorata, pareti ricoperte da carta da parati variopinta a temi floreali, strutture in metallo rifinito che lasciano ciondolare bulbi di lampadine al tungsteno. Tutto questo crea un’atmosfera vintage altamente informale che invita il cliente a guardarsi attorno alla scoperta di ogni dettaglio.

Il successo di Poormanger è stato decretato definitivamente con l’apertura di un secondo locale in Via Palazzo di Città, davanti al Comune di Torino. Cura, qualità e simpatia che torinesi e turisti continuano a premiare ogni giorno affollando le sale di entrambi i ristoranti sia a pranzo che a cena.

Noi no, per questo condividiamo ogni settimana le miglioni esperienze
di torino e dintorni...

Ti potrebbero interessare anche...

Moebius

Via Alfredo Cappellini, 25 20124 Milano

Un indirizzo meneghino che prende il nome da un fumettista francese - Jean Giraud. Qui, però, non si parla tanto di disegni, quanto più di idee e piatti; e la mano è quella stellata (due volte) dello chef Enrico Croatti. Moebius è un “terreno” fertile in cui prosperano indisturbati design, cucina e musica, circoscritto al civico 25 [...]

Le Pasticcerie dove Fare Colazione a Torino

Torino è una delle città che può facilmente essere definita un paradiso per i golosi e gli amanti dei dolci; proprio qui, infatti, sono nate creazioni dolciarie di tutto rispetto, contribuendo a fare del capoluogo sabaudo un pioniere del buon gusto. La tradizione dolciaria della città trova il suo punto di forza nella cioccolata – [...]

Eppol Pie

Via Lecco, 4 20124 Milano

Incastonato al civico 4 dell’eclettica via Lecco, Eppol Pie è il nuovo capitolo firmato dal fratello maggiore Eppol, frizzante cocktail bar immerso nella vivacità del quartiere di Porta Venezia e dal cugino di Porta Romana, il Dhole. Un luogo di incontro, in cui cucina fatta con amore e una proposta di mixology d’eccellenza dialogano sinergicamente, all’interno di una location curata nel dettaglio, riecheggiante un [...]

Belé

Via Fumagalli, 3 20143 Milano

Quasi affacciata sulle acque meneghine, al civico 3 di via Fumagalli, sorge Belé, ristorante e cocktail bar firmata dalla famiglia del Pinch, dove (ri)scoprire i sapori e i profumi della tradizione del Bel Paese, lungo un viaggio di ricerca e sperimentazione di una materia prima genuina e rispettosa della stagionalità. Un rifugio del gusto, dove autenticità e innovazione si intrecciano [...]

BA

Via Raffaello Sanzio, 22 20149 Milano

Ba Asian Mood nasce nel 2011, in una Milano che proponeva ristoranti cinesi molto simili, spesso più orientati alla quantità che alla qualità e caratterizzati da una proposta culinaria appiattita in termini di ingredienti e abbinamenti. Il fondatore di BA, Marco Liu, decise di rompere questo schema, portando in tavola l’autentica cucina cinese ed educando i commensali agli ingredienti [...]